Bariseranews.it – Oltre la notizia

Latte. In Puglia siglato l’accordo tra allevatori e trasformatori

64 Visite

Il patto etico di filiera siglato tra allevatori e trasformatori del latte per Coldiretti Puglia è “un primo passo importante rispetto al principio sancito che i prezzi del latte devono partire dai costi lievitati di produzione”. L’obiettivo del protocollo è riconoscere una adeguata remunerazione del latte alla stalla agli scaffali, privilegiando il Made in Italy.

All’intesa “dovranno seguire contratti di fornitura fra le industrie di trasformazione e gli allevatori in cui siano concordati compensi equi perché a fronte dei rincari delle materie prime alla base dell’alimentazione degli animali è fondamentale assicurare la sostenibilità finanziaria degli allevamenti, sottraendoli al rischio di chiusura a causa di prezzi sotto i costi di produzione”, dichiara Pietro Piccioni, direttore di Coldiretti Puglia. A pesare nelle stalle – sottolinea la Coldiretti Puglia – sono gli effetti di fenomeni estremi come la siccità e l’afa con il forte aumento dei costi di produzione a partire da quelli energetici e per l’alimentazione degli animali nelle stalle con il mais che registra +50%, la soia +80% e le farine di soia +35% rispetto allo scorso anno.

“Occorre intervenire urgentemente per salvare la “fattoria Puglia”, dove sono riuscite a sopravvivere con grande difficoltà- conclude Coldiretti Puglia -1.400 stalle per la produzione di latte, decisivo presidio di un territorio dove la manutenzione è garantita proprio dall’attività di allevamento”.

Promo