Bariseranews.it – Oltre la notizia

Bari, la legge del più forte. Al San Nicola cade anche la Turris (4-2)

306 Visite

Come Italia-Belgio, anzi decisamente meglio. Evidentemente Bari e Turris si sono ispirate alla Nations League per aver dato vita alla gara che poi si è vista al ‘San Nicola’: colori di maglia a parte (galletti azzurri, corallini rosso chiaro), tutto è stato un tourbillon di emozioni. Svantaggio, pareggio, nuovo svantaggio, rimonta. La partita costituisce un bello spot per la Serie C, ma a prevalere, semplicemente, è stata la più forte. Ancora una volta. Questo Bari fa sul serio e non ha alcuna intenzione di lasciarsi intimorire dai suoi avversari. Ed i campani, negli ultimi anni, spesso e volentieri hanno provato a rivestire il ruolo di bestia nera, dopo oggi definitivamente da abbandonare. Ad inseguire i biancorossi, ora, sotto a chi tocca: il Catanzaro è a -6, mentre le altre continuano a perdere terreno.

LA GARA. A sorpresa in difesa si rivede dal 1’ Pucino, preferito a Belli, idem Mazzotta che ha preso il posto di Ricci. A centrocampo Scavone, Maita e D’Errico, in avanti ancora panchina per Antenucci: alle spalle di Botta ecco Simeri e Cheddira. Gara tosta, avvio in salita: la Turris si approccia bene alla partita e coglie il vantaggio dopo soli otto giri di lancette. Conclusione da fuori area dell’esterno Giannone (quarto centro in campionato) che sorprende Frattali, sfruttando l’assist di Varutti sulla sinistra. I galletti però non ci stanno ed al 21’ trovano il pareggio con Cheddira, sempre più protagonista delle trame di gioco di Mignani: Maita imbecca in area l’ex Parma, che si gira davanti a Perina (ex galletto, come Leonetti) e trova l’1-1. Ma sarà proprio l’ex prodotto delle giovanili biancorosse a dare un dispiacere ai pugliesi al 36’: è ancora da Varutti che nasce l’azione ed è bravo a dispensare un intelligente pallone in mezzo proprio per Leonetti che si fa trovare al posto giusto e nel momento giusto, sorprendendo così Frattali. Nella ripresa partenza a razzo dei ragazzi di Mignani: passano appena dieci secondo per il pareggio. Pochi tocchi per arrivare in area: Botta, Marras, Cheddira, ancora Marras e quindi D’Errico, che trafigge Perina con un pregevole intervento in spaccata, inserendosi da vero e proprio bomber in spaccata. Al 12’ il sorpasso, a firma di Scavone, ancora hombre del partido dopo Monopoli. Ancora un’azione imponente a fare da cornire: palla proveniente da sinistra, legno centrato in origine da Botta e poi palla subito recuperata ed assist nel cuore delll’area per Scavone, il cui tiro è un mix di precisione, potenza e rabbia. La Turris accusa evidentemente il colpo e si perde in un bicchiere d’acqua: corallini in dieci uomini per via dell’espulsione diretta di Di Nunzio. Per il poker bisogna pazientare un po’, esattamente il 38’ della ripresa. Cross di Botta dalla trequarti, in area inserimento di testa di Terranova, uno specialista in questo tipo di esecuzioni. Ed al San Nicola per gli oltre 5mila tifosi presenti è festa grande. Il Bari va, lo fa a vele spiegate. Questo può essere davvero l’anno diverso, quello buono.

BARI-TURRIS 4-2

Marcatori: 8’pt Giannone (T), 21’pt Cheddira (B), 37’pt Leonetti (T), 1’st D’Errico (B), 12’st Scavone (B), 38’st Terranova (B)

Bari (4-3-1-2): Frattali, Pucino (44’st Belli), Di Cesare (c), Terranova, Mazzotta, Scavone (31’st Mallamo), Maita, D’Errico, Botta (39’st Gigliotti), Cheddira (44’st Paponi), Simeri (1’st Marras). A disp.: Polverino, Plitko, Celiento, Antenucci, Citro, Lollo, Ricci. All. M. Mignani

Turris (3-4-3): Perina, Esempio, Loreto, Franco (31’st Sartore), Santaniello (10’st Bordo), Giannone (22’st Lorenzini), Leonetti (31’st Longo), Manzi, Tascone, Di Nunzio (c), Varutti. A disp.: Abagnale, Colantuono, Giofre, Zanoni, Palmucci, Iglio, Pavone, Finardi. All. B. Caneo (squalificato, in panchina il 2° Lorenzo Salvatore)

Arbitro: Sig. Giuseppe Collu (Cagliari); assistenti: Sig. Markiyan Voytyuk (Ancona) e Sig. Mattia Regattieri (Finale Emilia). Q.U. Sig. Federico Longo (Paola)

Ammoniti: Gigliotti (B)

Espulso: 19’st rosso diretto a Di Nunzio (T)

Angoli: 6-2

Rec.: 0’pt, 5’st

Note: pioggia abbondante, 18°C circa, terreno in buone condizioni; 5873 spettatori (141 ospiti)

Promo