Bariseranews.it – Oltre la notizia

I luoghi da visitare a Giovinazzo e Molfetta per le Giornate del FAI

179 Visite

Il prossimo weekend, SABATO 16 e DOMENICA 17 OTTOBRE segnatevi l’appuntamento con le meraviglie del nostro Paese: luoghi d’arte e natura tutti da scoprire, in totale sicurezza.

Posti limitati. Prenotazione online consigliata sul sito internet:

http://www.giornatefai.it

A GIOVINAZZO i volontari del FAI accompagneranno i visitatori alla scoperta della Vedetta sul Mediterraneo.
La visita alla Stazione della Vedetta e della piazza d’armi del Torrione del Forte permetterà di apprezzare le visuali panoramiche e gli scorci ravvicinati visibili da questo privilegiato punto di vista verso gli storici edifici che circondano la struttura.
In particolare, si avrà modo di vedere e di raccontare dall’alto l’organizzazione delle antiche mura normanne e aragonesi con le loro torri e bastioni, di guardare il prospetto settentrionale della Cattedrale con l’antico rosone romanico non rimaneggiato dagli interventi barocchi, il prospetto settentrionale del Palazzo ducale, la cui balconata balaustrata univa il sottostante Forte con il Torrione del Santo Apostolo, e il Palazzo vescovile con il Torrione dell’Episcopio (detto del Protontino) un tempo collegato sempre al Forte. Durante la visita nella Stazione della Vedetta si avrà modo di comprendere la spazialità interna assunta dalla struttura a seguito della rifunzionalizzazione in bibliomediateca del mare, con i recenti lavori di restauro e che oggi hanno permesso di ospitare la mostra permanente “Nel mare…dei libri d’artista” realizzata dalla Vedetta sul Mediterraneo in collaborazione con Maddalena Castegnaro

ORARI e NOTE per la VISITA

Sabato: 10:00 – 13:00 / 14:00 – 18:00
Domenica: 09:00 – 18:00
Le visite avranno luogo ogni ora, per gruppi di 15 persone. Si prega di presentarsi 10 minuti prima del turno che si è prenotato, per agevolare i controlli del Green Pass.

A MOLFETTA i volontari del FAI accompagneranno i visitatori nella Villa Comunale alla scoperta della storia dei busti illustri.
La Villa comunale di Molfetta costituirà il punto di vista privilegiato da cui osservare gli apparati scenici degli edifici che si attestano sulla piazza improntati all’unità del decoro, quali la monumentale facciata classicheggiante del Seminario Vescovile ed il Calvario, obelisco gotico di bell’aspetto che si eleva su un’estesa scalinata con arcate e finestre a sesto acuto, entrambi a firma di de Judicibus, il Palazzo del Lago e l’imponente ex palazzo Cappelluti, purtroppo abbattuto negli anni settanta e sostituito da un edificio dalla foggia modernissima. I visitatori saranno accompagnati dai volontari tra i viali costeggiati da pini e cipressi e delimitati da siepi di pitosforo e oleandro dove potranno scorgere gli sguardi fieri degli uomini illustri. La posa dei busti, perlopiù severa, simboleggia la forza degli ideali e la loro determinazione. L’attenzione dei visitatori sarà portata sui nomi ben evidenziati sotto ogni busto, ma spesso non visti, o meglio non guardati. Sono tante le storie raccontate dai busti e che i volontari racconteranno ai visitatori. Di busto in busto, ricomporremo i valori del nostro Paese attraverso la trama di vite più o meno note.

ORARI e NOTE per la VISITA

Sabato: 15:30 – 17:30
Domenica: 09:30 – 17:30
Le visite si terranno nel pomeriggio di sabato 16 ottobre dalle 15.30 alle 17.30 (ultimo ingresso) con visite ogni 30 minuti, nonché nella intera giornata del 17 ottobre dalle 9.30 alle 17.30 (ultimo ingresso) con visite ogni 30 minuti.

Promo