Bariseranews.it – Oltre la notizia

Canottaggio – Sei medaglie per il CC Barion ai Campionati Italiani in Tipo Regolamentare

45 Visite

Barion forza sei ai Campionati Italiani in Tipo Regolamentare di canottaggio. Proprio come le medaglie conquistate a Ravenna lo scorso fine settimana: è di un oro, un argento e quattro bronzi il bottino del gruppo eterogeneo partito da Bari per giocarsela alla pari con tutti. Si va dai promettenti giovanissimi all’inossidabile Cristoforo De Palma, il più maturo degli atleti in gara con i suoi 82 anni, che ha aggiunto un altro primo posto alla sua collezione imponendosi ancora una volta nel canoino Master.

L’interesse agonistico è però tutto per i risultati conseguiti dai talenti in erba del Canottieri Barion: splendido argento per i 17enni Michelangelo Quaranta e Luigi Tamborrino in un doppio Juniores di altissimo livello, ottimo bronzo nel singolo della stessa categoria per Giuseppe Bellomo, fresco di college federale a 18 anni non ancora compiuti. Questi i riscontri più importanti, assieme ad un altro bronzo ottenuto nel quattro con Ragazze dalle fortissime Sofia Caliandro, Angela Del Prete, Alessandra Quaranta, Chiara Tamborrino con Simona Di Nardo al timone, tutte fra 14 e 15 anni.

A completare il medagliere i due bronzi assicurati da Carlo Quaranta, direttore sportivo del circolo ma presente a Ravenna anche nelle vesti di canottiere Master: si è piazzato terzo sia sull’otto yole, nell’equipaggio misto con Cus Bari e Varese, che nel doppio tutto griffato Barion, con il compagno di squadra Francesco Colaci. Appena fuori dal podio Luigi Dolce, quarto fra i Senior A, ed Ilaria Bovio, quinta fra gli Juniores, entrambi con il canoino. Prestazioni, queste ultime, che ribadiscono l’assoluta competitività del gruppo del Canottieri Barion, supportato anche nell’ultima trasferta dal partner Mobilturi: «Ci siamo fatti rispettare in tutte le fasce d’età – il commento del ds Quaranta – Le gare giovanili erano ovviamente le più attese ed i nostri se la sono cavata alla grande, sfiorando addirittura il bersaglio grosso».

Promo