Finanziere ferito in porto Bari: verifica struttura cancello

E’ uscito dal binario e dalle guide, perdendo nella fase di chiusura fermi e sostegni che lo reggevano, il cancello scorrevole, in parte arrugginito, che questa notta ha travolto un militare 40enne della Guardia di Finanza ad uno dei varchi di accesso del porto di Bari. Sulla dinamiche e sulle cause dell’incidente indaga la Polizia di Frontiera, che ha subito informato l’autorità giudiziaria.

Il varco è attualmente sotto sequestro per consentire i rilievi. Intanto sono state raccolte le testimonianze dei presenti al momento dell’incidente per ricostruire la dinamica. E’ ancora troppo presto, spiegano gli investigatori, per ipotizzare le cause che hanno fatto uscire dal binario il cancello, compromettendone stabilità e struttura.

Quello che è stato accertato fino a questo momento è che si tratta di un varco utilizzato solo in casi eccezionali, come quello di stanotte. Dal porto, infatti, doveva uscire un mezzo molto ingombrante che aveva bisogno di quel tipo di transito. Il protocollo, a quanto si apprende, è stato eseguito come da procedura, con guardie giurate portuali e personale della Guardia di Finanza a presidiare l’accesso. Il cancello è stato aperto, il mezzo è uscito e, in fase di chiusura, è caduto travolgendo il finanziere, attualmente ricoverato in rianimazione in prognosi riservata nel Policlinico di Bari.

Promo