Un immobile confiscato alla mafia diventa a Molfetta un centro servizi per minori video

Un messaggio forte, in un quartiere non semplice e non esente da problematiche, il rione Catecombe, è stato lanciato inaugurando un presidio della legalità.
Un immobile sito a Molfetta al piano terra di Arco Catecombe, è stato recuperato e ristrutturato e, dopo essere stato confiscato alla mafia, diventerà un centro servizi Comunale per minori gestito dal Servizio Emergenza Radio di Molfetta in collaborazione con i referenti del Consorzio Metropolis.
A precedere il taglio del nastro si è tenuto un convegno dal tema: Sui passi della legalità” a cui hanno preso parte autorità civili, politiche, militari, istituzionali e del mondo del volontariato.
Si è parlato di quanto sia importante un presidio del genere e del fatto che ci siano tanti immobili sequestrati alla malavita che però non vengono riconvertiti.
In questo centro i ragazzi potranno trovare un supporto e un punto di riferimento, che è molto importante in famiglie dove non ci sono valori ed è difficile crescere.
Si è parlato di comunità di recupero, del fatto che deve essere l’ ultima change quella di sottrarre il minore alla sua famiglia naturale.
Gli interventi degli autorevoli relatori hanno tutti reso merito all’ iniziativa che ha un alto valore sociale ed umano oltre che formativo per le nuove generazioni.
In merito all utilizzo dell’immobile confiscato abbiamo ascoltato Giovanni Sasso Vice presidente SER.

Paola Copertino

Promo