«Rallegratevi con me, perché ho trovato la mia pecora perduta», il caffè spirituale di mons. Savino

CAFFÈ SPIRITUALE
GIOVEDÌ, 04 NOVEMBRE 2021
SAN CARLO BORROMEO, VESCOVO – MEMORIA
====☕====

—–•••—–

«Io cercherò le mie pecore», dice il Signore,
«e susciterò un pastore che le pascerà:
io, il Signore, sarò il loro Dio». (Cf. Ez 34, 23-24)

«L’eterno riposo dona loro, o Signore, e splenda ad essi la luce perpetua. Riposino in pace. Amen.»

✠ Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

VANGELO
Vi sarà gioia nel cielo per un solo peccatore che si converte.
✠ Dal Vangelo secondo Luca
(Lc 15,1-10).
In quel tempo, si avvicinavano a Gesù tutti i pubblicani e i peccatori per ascoltarlo. I farisei e gli scribi mormoravano dicendo: «Costui accoglie i peccatori e mangia con loro».
Ed egli disse loro questa parabola: «Chi di voi, se ha cento pecore e ne perde una, non lascia le novantanove nel deserto e va in cerca di quella perduta, finché non la trova? Quando l’ha trovata, pieno di gioia se la carica sulle spalle, va a casa, chiama gli amici e i vicini, e dice loro: “Rallegratevi con me, perché ho trovato la mia pecora, quella che si era perduta”. Io vi dico: così vi sarà gioia nel cielo per un solo peccatore che si converte, più che per novantanove giusti i quali non hanno bisogno di conversione.
Oppure, quale donna, se ha dieci monete e ne perde una, non accende la lampada e spazza la casa e cerca accuratamente finché non la trova? E dopo averla trovata, chiama le amiche e le vicine, e dice: “Rallegratevi con me, perché ho trovato la moneta che avevo perduto”. Così, io vi dico, vi è gioia davanti agli angeli di Dio per un solo peccatore che si converte».

MEDITAZIONE
Santa Caterina da Siena [(1347-1380)
terziaria domenicana, dottore della Chiesa, compatrona d’Europa],
O eterna bellezza

Padre, perché innamorarti della tua creatura?

Oh Padre eterno! Oh fuoco e abisso di carità! Oh eterna bellezza, oh eterna saggezza, oh eterna bontà, oh eterna clemenza, oh speranza, oh rifugio dei peccatori, oh generosità senza prezzo, oh bene eterno e infinito, oh pazzo d’amore! Hai bisogno della tua creatura? Sembra così, perché vi comportate come se non poteste vivere senza, voi che siete la fonte di ogni vita e senza la quale tutto muore. Perché allora siete così follemente innamorato? Perché innamorarvi della vostra creatura, compiacervi in lei, deliziarvi in lei? Questo desiderio della sua salvezza è come un’ebbrezza in voi: lei fugge da voi e voi andare a cercarla; lei si allontana e voi vi avvicinate. Potevate avvicinarvi di più a lei se non rivestendovi della sua umanità?
E cosa dire? Farò come il balbuziente, dirò “a, a” perché non posso dire altro e le parole finite non possono esprimere il sentimento dell’anima che desidera infinitamente solo voi. Mi sembra che potrei ripetere le parole di Paolo: “Noi annunciamo ciò che l’occhio non ha visto, ciò che l’orecchio non ha udito, ciò che non è ancora entrato nel cuore dell’uomo”. – E cosa annunci? – Tutto ciò che Dio ha preparato per coloro che lo amano” (cfr. 1 Cor. 2,9). Cosa dire, dunque? Davanti a ciò, alcun pensiero umano. Diciamo solo, o anima mia, che hai assaggiato e visto l’abisso della provvidenza sovrana ed eterna. E rendo grazie a te, Signore, Padre eterno, per l’incommensurabile bontà che hai mostrato a me, così misera e indegna di ogni grazia.

PADRE NOSTRO…

ORAZIONE
Custodisci nel tuo popolo, o Signore,
lo spirito di cui hai ricolmato il vescovo san Carlo,
perché la Chiesa si rinnovi incessantemente
e, conformandosi all’immagine del tuo Figlio,
manifesti al mondo il volto di Cristo Signore.
Egli è Dio, e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.

✠ Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna. Amen.

******
«Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi,
e io vi darò ristoro, dice il Signore.» (Mt 11,28)
In Cristo Gesù, nostra Speranza, Via, Verità e Vita, sia benedetta questa giornata.
+ don Francesco

Promo