Accoltellamento in discoteca, Sindaco di Bitonto: «Troppa violenza nel nord barese, manca la cultura che aiuta l’ordine pubblico»

“Non può essere sempre una coincidenza, non possiamo delegare tutto a luoghi comuni che ritornano in ideologie di antica barbarie. L’analisi dell’antimafia sociale e della cultura della non violenza richiedono e pretendono l’impegno quotidiano del braccio più forte dello Stato italiano, quello che ci ha consentito di uscire da ogni crisi mondiale. La Pubblica Istruzione è il nome di quel braccio ed è la risorsa che alimenta e cura la testa di una comunità intera”. Così il sindaco di Bitonto (Bari), Michele Abbaticchio, sull’accoltellamento del 26enne avvenuto domenica all’alba nella discoteca Df di Bisceglie (Bat). Il ragazzo è stato ferito all’altezza dell’inguine e non corre pericolo di vita.

“Non conosco personalmente il ragazzo accoltellato nei pressi di una discoteca biscegliese. Ma abbiamo molti amici in comune e leggo che è originario della nostra città. Cosa cambia nel nostro dolore? Nulla”, dice il sindaco di Bitonto.

“A Bitonto, Barletta, Bisceglie e in tutte le località pugliesi (e non) è letteralmente esplosa la violenza nel mondo dei più giovani. Credo che la morte fisica della Scuola negli ultimi due anni pandemici abbia decretato, definitivamente, che la Cultura aiuta anche l’ordine pubblico e la protezione dell’essere umano”, conclude.

Promo