BariSeranews

Certificati anagrafici online e gratuiti in arrivo a Triggiano

655 Visite

Anche a Triggiano i servizi demografici approdano sul web, per semplificare la vita dei cittadini e ridurre sensibilmente le code allo sportello fisico. In virtù dell’adesione del Comune alla piattaforma Anpr (Anagrafe nazionale popolazione residente), gestita dal Ministero dell’Interno, a partire da lunedì 15 novembre si potrà ottenere una vasta gamma di certificati anagrafici in formato digitale attraverso il sito https://www.anpr.interno.it/.
Il servizio sarà completamente gratuito ma richiederà, in fase di accesso, l’identificazione del cittadino tramite Spid (Sistema pubblico di identità digitale), Cie (Carta d’identità elettronica) o Cns (Carta nazionale dei servizi).

A darne notizia è il sindaco Antonio Donatelli, che rende noto l’elenco dei certificati disponibili online:

  • anagrafico di nascita;
  • anagrafico di matrimonio;
  • di cittadinanza;
  • di esistenza in vita;
  • di residenza;
  • di residenza Aire (Anagrafe italiani residenti all’estero);
  • di stato civile;
  • di stato di famiglia;
  • di stato di famiglia e di stato civile;
  • di residenza in convivenza;
  • di stato di famiglia Aire;
  • di stato di famiglia con rapporti di parentela;
  • di stato libero;
  • anagrafico di unione civile;
  • di contratto di convivenza.

Una volta effettuato l’accesso alla piattaforma web, il cittadino potrà richiedere uno o più certificati (in forma contestuale) per sé stesso, ma anche per un altro componente della famiglia.
Il sistema, terminata l’elaborazione del documento, ne mostrerà un’anteprima affinché il richiedente verifichi la correttezza dei dati, dopodiché permetterà il download del certificato in formato pdf o in alternativa la ricezione tramite email.

Per i cittadini sprovvisti di Spid, Cie o Cns e impossibilitati ad accedere al servizio tramite un convivente, resterà invece necessario recarsi presso l’Ufficio anagrafe e pagare i diritti di segreteria, più l’eventuale imposta di bollo, per ottenere i certificati in questione.

La graditissima novità, che costituisce una tappa fondamentale nel processo di digitalizzazione dei servizi pubblici, interesserà dalla stessa data tutti i comuni italiani aderenti all’Anpr e dovrebbe estendersi, nei prossimi mesi, anche ai cambi di residenza.

Promo