«Gesù, maestro, abbi pietà di noi!», il caffè spirituale di mons. Savino

CAFFÈ SPIRITUALE MERCOLEDÌ, 10 NOVEMBRE 2021
SAN LEONE MAGNO, PAPA E DOTTORE DELLA CHIESA
– MEMORIA
====☕====
—–•••—–

« Il Signore ha stabilito con lui un’alleanza di pace:
per sempre avrà la dignità del sacerdozio.» (Cf. Sir 45,24)

✠ Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

VANGELO
Non si è trovato nessuno che tornasse indietro a rendere gloria a Dio, all’infuori di questo straniero.
✠ Dal Vangelo secondo Luca
(Lc 17,11-19).
Lungo il cammino verso Gerusalemme, Gesù attraversava la Samarìa e la Galilea.
Entrando in un villaggio, gli vennero incontro dieci lebbrosi, che si fermarono a distanza e dissero ad alta voce: «Gesù, maestro, abbi pietà di noi!». Appena li vide, Gesù disse loro: «Andate a presentarvi ai sacerdoti». E mentre essi andavano, furono purificati.
Uno di loro, vedendosi guarito, tornò indietro lodando Dio a gran voce, e si prostrò davanti a Gesù, ai suoi piedi, per ringraziarlo. Era un Samaritano.
Ma Gesù osservò: «Non ne sono stati purificati dieci? E gli altri nove dove sono? Non si è trovato nessuno che tornasse indietro a rendere gloria a Dio, all’infuori di questo straniero?». E gli disse: «Àlzati e va’; la tua fede ti ha salvato!».

MEDITAZIONE
Santa Faustina Kowalska (1905-1938)
religiosa
Diario, § 1286

“Si gettò ai piedi di Gesù per ringraziarlo”

Ti sono riconoscente, o Dio, per tutte le grazie,
ci cui mi colmi continuamente
che mi illuminano come i raggi del sole,
e con cui mi indichi la strada sicura.
Grazie, o Dio, per avermi creata,
per avermi chiamata all’esistenza dal nulla,
per avermi impresso il sigillo divino,
facendo ciò unicamente per amore.
Grazie, o Dio, per il santo battesimo,
che mi ha inserito nella tua famiglia;
è un grande inconcepibile dono della grazia
che ci trasforma l’anima.
Grazie, o Signore, per la santa confessione,
per questa sorgente di grande,
inesauribile misericordia,
per questa fonte inconcepibile di grazie,
in cui le anime macchiate dal peccato tornano candide.
Ti ringrazio, Gesù, per la santa Comunione,
nella quale ci doni te stesso;
sento il tuo cuore battere nel mio petto,
mentre tu stesso sviluppi in me la vita divina.
Ti ringrazio, o Spirito Santo, per il sacramento della cresima,
che mi fa diventare tuo cavaliere,
dà forza all’anima in ogni momento
e mi protegge dal male…
Ti ringrazio, Signore, per il sacramento dell’unzione
che mi rinforzerà negli ultimi momenti della lotta
e mi aiuterà a salvarmi,
dando vigore all’anima,
si che possiamo gioire eternamente.
Grazie, Signore, di tutte le ispirazioni
di cui mi colma la tua Bontà,
per queste illuminazioni interiori dell’anima
che è impossibile esprimere, ma che il cuore percepisce.
Grazie, Santissima Trinità, per l’enorme quantità di doni
che mi hai elargito durante la vita.
La mia riconoscenza crescerà allo spuntare dell’eterna aurora,
quando per la prima volta canterò le tue lodi.

PADRE NOSTRO…

ORAZIONE
O Dio, che mai permetti alle potenze del male
di prevalere contro la tua Chiesa,
fondata sulla roccia dell’apostolo Pietro,
per intercessione del papa san Leone [Magno]
fa’ che essa rimanga salda nella tua verità
e proceda sicura nella pace. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.

✠ Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna. Amen.

«L’eterno riposo dona loro, o Signore, e splenda ad essi la luce perpetua. Riposino in pace. Amen.»

******
«In ogni cosa rendete grazie:
questa infatti è volontà di Dio in Cristo Gesù verso di voi.» (1Ts 5,18)
In Cristo Gesù, nostra Speranza, Via, Verità e Vita, sia benedetta questa giornata.
+ don Francesco

Promo