Sei ragazzi raccontano le loro esperienze in un mondo non inclusivo. Mercoledì 10, nell’Istituto “Redentore” di Bari

L’assessore ai Trasporti e mobilità sostenibile, Anita Maurodinoia, insieme al direttore generale di Asset, l’agenzia regionale strategica per lo sviluppo ecosostenibile del territorio, Elio Sannicandro, ha premiato gli studenti del quinto anno, sezione I, del liceo scientifico Salvemini, autori di “Un’altra storia”, un video che promuove la mobilità sostenibile e la sicurezza stradale.

Il video si è classificato al primo posto del Progetto O.R.A., Open road alliance, a cura della Fondazione Unipolis e Cittadinanzattiva, finalizzato a promuovere una nuova cultura della mobilità.

Il progetto ha coinvolto 57 scuole di 32 comuni appartenenti alle 14 città metropolitane italiane.  Oltre al primato del Salvemini, si è distinto anche un altro istituto pugliese, il “Basile Caramia – Gigante” di Alberobello (Ba) finalista tra le dieci migliori proposte con la classe V B.

Il video degli studenti del liceo scientifico Salvemini si è ispirato alla favola di Cenerentola nella sua declinazione moderna ed è stato realizzato con fondi del progetto “Idea”( Innovation, dynamic entrepreneurship e avances tech, maeketing e communication)  Pon 2014/2020. Un gruppo di ragazze e ragazzi ha dato vita a ben tre differenti video di forte impatto tra cui quello incentrato sulla mobilità sostenibile e la sicurezza stradale; ambiti di cui si occupa l’Asset, l’agenzia regionale strategica per lo sviluppo ecosostenibile del territorio, che ha organizzato la cerimonia odierna nella sede dell’assessorato alla mobilità della Regione.

 “La mobilità sostenibile non può essere solo uno slogan, ma dev’essere una priorità che unisce sullo stesso fronte istituzioni, cittadini  e soprattutto i più giovani, a partire dal mondo della scuola”, commenta l’assessore Maurodinoia.

Ho particolarmente apprezzato i tre video – Il passato, Love story, Un’altra storia – che, attraverso il linguaggio proprio dei giovani, diretto e ironico, mostrano quanto siano efficaci e intelligenti per la mobilità le alternative ecosostenibili.

Parafrasando proprio il titolo di uno dei tre video, ritengo che questa iniziativa sia proprio ‘Una bella storia’ tutta pugliese che ci rende fieri e orgogliosi.  Spero che questi spot diventino virali, perché diffondono un messaggio di grande utilità pubblica e lo fanno in modo efficace grazie alla bravura di queste ragazze e questi ragazzi”.

 “Per le ragazze e i ragazzi il progetto ha rappresentato un percorso formativo e un contest che li porterà alla realizzazione del primo Manifesto della mobilità sostenibile della scuola italiana”, commenta Anna Arcuti, docente del Salvemini e tutor del progetto.

“Gli studenti del quinto anno, sezione I, classe della Comunicazione – prosegue la docente – hanno lavorato per gruppi nell’intento di  creare lo spot più accattivante con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della mobilità, attraverso modelli di sostenibilità innovativa, e la loro partecipazione attiva quali cittadini. Gli storyboards dei tre spot realizzati dagli studenti del Salvemini sono stati pensati e realizzati dai ragazzi, sulla scia della loro immaginazione, e non solo, anche su quanto hanno imparato e messo in pratica in questi anni di scuola”.

Il progetto O.R.A. è partito lo scorso anno, in piena pandemia, e si è concluso con una grande festa, giovedì 16 settembre a Roma, dove le dieci scuole selezionate per i lavori più interessanti si sono date appuntamento in occasione dell’apertura della Settimana europea della mobilità sostenibile.

Promo