Prosegue la Programmazione Partecipata 2022 con le reti degli enti del Terzo Settore

Sono quasi 1300 le realtà potenziali chiamate a raccolta per costruire e definire – tutti insieme – la Programmazione 2022 delle Attività: il Centro di Servizio al Volontariato San Nicola prosegue questo percorso riunendo questa volta le reti degli enti del Terzo Settore: un incontro organizzato per raccogliere e armonizzare le varie esigenze degli operatori che intervengono quotidianamente sul territorio definendo obiettivi e priorità d’azione del prossimo anno.

    “Ascolteremo le istanze che arrivano dalle tante associazioni e dai volontari che operano sul territorio – dichiara il presidente del CSVSN Rosa Franco -, lasciando loro la possibilità di raccontare e spiegare quali le esigenze maturate nell’ultimo anno – o come le stesse si siano modificate – e arrivando, attraverso lo strumento della Programmazione Partecipata, alla definizione di una serie di azioni da concretizzare nel prossimo anno e mirate al soddisfacimento delle necessità emerse. Una veritiera analisi dei bisogni ci consentirà inoltre una lettura più approfondita anche dei più impercettibili cambiamenti che la società, anche in seguito alla pandemia che ci ha travolti, ha subito”.

    L’incontro si svolgerà domani, venerdì 12 novembre, nella sede del Centro di Servizio al Volontariato San Nicola in via Vitantonio di Cagno 30 a Bari, dalle ore 16:30 alle ore 18:30. A dirigere i lavori il presidente e il direttore del CSVSN Rosa Franco e Alessandro Cobianchi.

    “Quello della Programmazione Partecipata – commenta Alessandro Cobianchi, direttore del CSVSN – è uno dei momenti più importanti dell’anno, perché ci consente di porre le basi di una programmazione futura più consapevole e meglio calibrata: un passaggio essenziale affinché le istanze territoriali di base delle associazioni si armonizzino perfettamente con quelli che – in un contesto più ampio – sono gli obiettivi e i target dell’Agenda 2030 e i compiti che il Codice del Terzo Settore ci assegna”.

    I contributi delle reti degli enti del Terzo Settore saranno raccolti dallo staff del Centro di Servizio al Volontariato e, al termine degli incontri, sintetizzati e inseriti in una vera e propria “mappatura dei bisogni del territorio”.

Promo