Sanità: piattaforma per pagare esami medici ai meno abbienti

Una piattaforma per la raccolta di fondi per finanziare viste ed esami medici in favore di chi non puo’ permettersi di pagarseli. Si chiama Ethicare il progetto ideato da cinque trentenni di Gravina in Puglia, nel Barese, ed è una DApp, cioè un’applicazione web multipiattaforma che permette di eliminare ogni forma di intermediazione e garantire alla campagna solidale maggiori standard di fiducia e responsabilità da parte di tutti gli attori in gioco.

Chiunque può inoltrare una richiesta d’aiuto alla Community Ethicare; medici e cliniche valuteranno le richieste e avranno facoltà di proporre una cura o prestazione attivando così una raccolta fondi a tempo.

I donatori potranno esaminare le raccolte attive e donare, poi se l’obiettivo viene raggiunto e la visita erogata, il paziente approva il pagamento a favore del medico che riceverà l’importo stabilito. Se la raccolta non raggiunge l’obiettivo entro il tempo prestabilito, o il paziente non approva il pagamento, i donatori saranno rimborsati automaticamente. Ethicare è uno strumento che può essere applicato non solo alla raccolta fondi per le singole prestazioni sanitarie, ma anche per finanziare un progetto più ampio come, ad esempio, l’allestimento di un ospedale da campo.

“Il progetto Ethicare è spinto dalla volontà di restituire alle persone il controllo sulle proprie decisioni – spiega Giuseppe Lorusso, cofounder della startup Ethicoin – e non comporta la necessità di avere fiducia in un intermediario, sia esso un privato cittadino o una Ong, grazie al sistema decentralizzato e disintermediato che regola i rapporti tra le parti in modo trasparente”. In Italia oggi oltre 4 milioni di persone devono rinunciare alle cure mediche per motivi economici.

Promo