Zes: Regione Puglia attiva portale per avvio attività

Nasce in Puglia il portale di “geomarketing delle Zes”, uno strumento che servirà a fornire le informazioni utili all’avvio di un’attività economica all’interno delle aree economiche speciali regionali, permettendo un’esperienza di navigazione e di ricerca basata su criteri di fruibilità’, accessibilità e completezza. Il portale è stato presentato questa mattina in conferenza stampa dall’assessore allo Sviluppo economico, Alessandro Delli Noci.

“Questo portale – spiega – nasce con due obiettivi precisi: da una parte presentare i vantaggi e i benefici delle Zes a potenziali investitori nazionali ed esteri; dall’altra quello di promuovere e valorizzare la Puglia, i suoi settori di eccellenza e le sue potenzialità, affinchè coloro che decidono di investire qui da noi siano messi nelle condizioni di conoscere le peculiarità e le vocazioni di un territorio in continua evoluzione”. Sono sei le pagine e sei le sezioni tematiche presenti sul sito.

“La Regione Puglia ha due importanti Zes – continua Delli Noci – una Adriatica e una Ionica, ed è pronta ad accogliere insediamenti di medio grandi dimensioni. Questo portale intende offrire tutta la documentazione”. “Dopo anni di lavoro sulle Zes – dichiara il presidente dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico meridionale, Ugo Patroni Griffi – oggi dobbiamo lavorare non sull’avvio ma sulla consapevolezza delle Zes, operando sull’organicità e creando una vetrina da proporre all’esterno. L’obiettivo è creare fiducia nel sistema Puglia per diventare incubatore di nuove imprese”.

“La Regione Puglia – dichiara il presidente dell’Autorità di sistema portuale del mar Ionio, Sergio Prete – con l’attivazione del portale dedicato alle aree pugliesi, compie un altro importante passo per la promozione internazionale”. “La pianificazione strategica e integrata – aggiunge Elio Sannicandro, direttore generale di Asset, l’agenzia regionale – è il volano per lo sviluppo, in maniera sostenibile, dell’industria e dell’imprenditorialità sul territorio pugliese”.

Promo