Calcio, qualificazioni mondiali. Stasera Italia-Svizzera: tutti gli scenari possibili in classifica

Questa sera, alle 20.45, all’Olimpico di Roma, l’Italia di Mancini si giocherà una buona fetta delle chance di qualificazione al prossimo mondiale, in programma in Qatar nel 2022. Lo scontro diretto con la Svizzera di oggi è un crocevia fondamentale del percorso degli azzurri, ma, qualunque sia il risultato, non sarà la gara decisiva per ottenere il pass per la competizione iridata. Le due squadre, infatti, arrivano alla gara con lo stesso numero di punti in classifica, 14.

Sono davanti gli italiani, solo per la migliore differenza reti generale (12 gol fatti ed uno subito, mentre gli elvetici ne hanno messi a segno 10, subendone anch’essi 1). Questo permetterebbe all’Italia, in caso di vittoria, di andare a +3 in classifica rispetto agli avversari, aumentando anche il divario in materia di differenza-gol, lasciando invece la situazione invariata in caso di pareggio. Molto peggio, per Belotti e compagni, si metterebbe in caso di sconfitta.

A prescindere da come andrà tra poche ore nella Capitale, bisogna rammentare che la seconda classificata nel girone dovrà disputare i playoff per assicurarsi il viaggio in terra qatariota, mentre la vincitrice del girone ci andrà di diritto.

Vediamo, di seguito, le varie ipotesi possibili:

Se l’Italia vincesse stasera, per qualificarsi gli basterà non perdere nel successivo impegno del 15 novembre, in trasferta, contro l’Irlanda del Nord, a prescindere dal risultato che otterrà la Svizzera nel match in programma lo stesso giorno, tra le mura amiche, contro la Bulgaria. In caso di sconfitta in quel di Belfast, bisognerà tener conto del dato della differenza reti generale, che potrebbe premiare comunque gli azzurri, se gli elvetici non vincessero la loro partita con una goleada.

In caso di pareggio oggi a Roma, negli incontri dell’ultima giornata a Mancini ed i suoi potrebbe non bastare una vittoria in Irlanda del Nord. La Svizzera sarebbe qualificata se avesse, alla fine dei giochi, una differenza reti generale migliore o un maggior numero di gol segnati rispetto all’Italia. Se queste statistiche fossero in parità, si dovrebbe guardare alla differenza reti negli scontri diretti. All’andata finì 0-0, quindi un pari con gol premierebbe gli elvetici. Nell’ipotesi di un altro pareggio senza reti, invece, diventerà determinante la graduatoria del fairplay, che oggi vede appaiate le due compagini, con 8 ammonizioni a testa. Se anche questo dato restasse in parità, si dovrebbe procedere al sorteggio.

In caso di sconfitta, per gli azzurri ogni velleità di recupero sarebbe legata al k.o casalingo degli svizzeri contro la Bulgaria. In tale ipotesi, all’Italia potrebbe bastare vincere in terra nord-irlandese, per arrivare alla qualificazione con una migliore differenza reti generale.

Questa la situazione attuale del girone ed il calendario

ITALIA pt. 14 diff. reti (+11)

SVIZZERA pt. 14 diff. reti (+9)

BULGARIA pt. 8 diff. reti (-4)

NORD IRLANDA pt. 5 diff. reti (-2)

LITUANIA pt. 3 diff. reti (-14)

CALENDARIO

Venerdì 12 novembre

Italia-Svizzera

Nord Irlanda-Lituania

Riposa: Bulgaria

Lunedì 15 novembre

Nord Irlanda-Italia

Svizzera-Bulgaria

Riposa: Lituania.

Promo