Ferrotramviaria: linea elettrica in tensione sulla tratta Corato – Andria Sud

È attiva dalla notte scorsa, alla tensione di 3.000 volt in corrente continua, la linea elettrica necessaria all’alimentazione dei treni sulla tratta Corato – Andria Sud. A comunicarlo è la società Ferrotramviaria, gestore delle Ferrovie del Nord Barese, ricordando che «per motivi di sicurezza va evitato, in modo assoluto, qualsiasi contatto – diretto o indiretto – con i conduttori e gli isolatori delle condutture stesse installate al di sopra di entrambi i binari».

Teatro del drammatico incidente del 12 luglio 2016, la tratta ferroviaria Corato – Andria è tuttora chiusa alla circolazione dei treni e servita da bus sostitutivi. Dapprima, infatti, è intervenuto il sequestro dell’infrastruttura, necessario allo svolgimento delle indagini sull’accaduto, e successivamente è subentrato il grande cantiere per il raddoppio del binario e il potenziamento tecnologico – lavori che, a onor del vero, erano stati programmati ben prima della tragedia.
Ad oggi le opere sono pressoché concluse; restano da ultimare gli impianti di segnalamento e il Scmt (Sistema controllo marcia treno), per poi procedere con i collaudi e attendere che l’autorizzazione di messa in servizio sia rilasciata dall’Ansfisa (Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali e autostradali).
Sebbene, dunque, il ritorno dei treni non sia imminente e non si conoscano tempistiche attendibili, l’azienda ha deciso di attivare sin da ora la linea elettrica per scongiurare ulteriori furti di rame, dopo i molteplici episodi verificatisi negli scorsi mesi.

Con la riapertura della tratta Corato – Andria, le corse da e per Bari si attesteranno nella nuova stazione di Andria Sud, ubicata nel quartiere Fratta, che per l’occasione entrerà finalmente in esercizio. Tra Andria Sud e Barletta, invece, si continuerà a viaggiare sui bus sostitutivi, poiché all’interno dell’abitato di Andria la ferrovia è in fase di interramento.

Promo