Buttafuori ferito, un testimone racconta: «L’aggressore voleva entrare senza green pass»

Ci sarebbe il mancato possesso del green pass da parte di un uomo che pretendeva comunque di entrare in discoteca, all’origine dell’aggressione avvenuta la notte scorsa ad un buttafuori 45enne del Demodè di Modugno, nel Barese.

Un testimone, collega della vittima, avrebbe riferito agli investigatori che un uomo avrebbe preteso di entrare senza green pass e al diniego avrebbe sparato, ferendo il 45enne con due colpi alla gamba e all’addome.

I carabinieri sono al lavoro per verificare la fondatezza di questa versione, in attesa di potere parlare con la vittima che è ancora ricoverata in rianimazione. Dopo il ferimento l’aggressore è fuggito a piedi. Il ferito è ricoverato nell’ospedale Di Venere di Carbonara, dove è stato sottoposto nella notte a intervento chirurgico.

Dalle immagini delle telecamere di videosorveglianza del locale e dalle dichiarazioni dell’unico testimone oculare dell’aggressione, il collega buttafuori della vittima, i carabinieri fino ad ora hanno ricostruito che dopo una discussione e una breve colluttazione, con spintoni e qualche schiaffo, l’aggressore avrebbe sparato. Il tutto sarebbe avvenuto in pochi minuti.

Promo