«Il sole si oscurerà, la luna non darà più la sua luce», il caffè spirituale di mons. Savino

CAFFÈ SPIRITUALE
DOMENICA, 14 NOVEMBRE 2021
XXXIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO – ANNO B
====☕====

—–•••—–

Dice il Signore:
«Io ho progetti di pace e non di sventura.
Voi mi invocherete e io vi esaudirò:
vi radunerò da tutte le nazioni dove vi ho disperso». (Cf. Ger 29,11-12.14)

✠ Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

VANGELO
Il Figlio dell’uomo radunerà i suoi eletti dai quattro venti.
✠ Dal Vangelo secondo Marco
(Mc 13,24-32).
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«In quei giorni, dopo quella tribolazione,
il sole si oscurerà,
la luna non darà più la sua luce,
le stelle cadranno dal cielo
e le potenze che sono nei cieli saranno sconvolte.
Allora vedranno il Figlio dell’uomo venire sulle nubi con grande potenza e gloria. Egli manderà gli angeli e radunerà i suoi eletti dai quattro venti, dall’estremità della terra fino all’estremità del cielo.
Dalla pianta di fico imparate la parabola: quando ormai il suo ramo diventa tenero e spuntano le foglie, sapete che l’estate è vicina. Così anche voi: quando vedrete accadere queste cose, sappiate che egli è vicino, è alle porte.
In verità io vi dico: non passerà questa generazione prima che tutto questo avvenga. Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno.
Quanto però a quel giorno o a quell’ora, nessuno lo sa, né gli angeli nel cielo né il Figlio, eccetto il Padre».

MEDITAZIONE
San Teodoro Studita (759-826)
monaco a Costantinopoli
Catechesi, 43

“Sappiate che il Figlio dell’uomo è vicino” (Mc 13,29)

Quale paura e tremore ci assalirà quando lasceremo questo mondo? (…) Come affronteremo quel terribile giorno, se qualcuno di noi dovesse vivere nella negligenza?
Quando la tromba dell’arcangelo suonerà e tutti gli uomini risorgeranno (1 Ts 4,16) e tutti i popoli, le tribù e le lingue (cfr. Ap 5,9) andranno al giudizio, allora il cielo si dissolverà con un grande rumore, gli elementi bruceranno (cfr. 2 Pt 3,10.12), l’intera creazione si trasformerà, tutte le innumerevoli miriadi di angeli santi si faranno avanti con timore, ed egli siederà, il giudice di tutte le cose; allora le azioni e le parole di ciascuno saranno messe a nudo, egli metterà davanti a noi le prove: la colpa come appare a prima vista, la colpa con le sue circostanze di luogo, modo e tempo, e tutto in un batter d’occhio (cfr. 1 Cor. 15,52). Allora “se ne andranno” dice la Scrittura, “quelli che hanno fatto il bene alla vita eterna, quelli che hanno fatto il male al castigo eterno” (Mt 25,46); là “ci sarà pianto e stridore di denti” (Mt 8,12), “il loro fuoco non si spegnerà e il loro verme non morirà” (Is 66,24) (…). Ma non a noi, Signore, non a noi, ma piuttosto diamo gloria (cfr. Sal 113B,1) e lode al tuo nome in quel giorno, ponendoci alla tua destra. (…)
“Chi ci separerà dall’amore di Cristo? La tribolazione, l’angoscia, la fame, la persecuzione, il pericolo, la spada?”, perché “per causa vostra siamo messi a morte tutto il giorno; siamo diventati pecore da macello” (cfr. Rm 8,35-36). A lui sia gloria nei secoli dei secoli. Amen.

NOTRE PÈRE…

ORAISON
O Dio, che farai risplendere i giusti come stelle nel cielo,
accresci in noi la fede, ravviva la speranza
e rendici operosi nella carità,
mentre attendiamo
la gloriosa manifestazione del tuo Figlio. Egli è Dio, e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli. Amen.

✠ Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna. Amen.

******
«Vegliate in ogni momento pregando,
perché abbiate la forza di comparire
davanti al Figlio dell’uomo.» (Lc 21,36)
In Cristo Gesù, nostra Speranza, Via, Verità e Vita, sia benedetta questa giornata e buona domenica.
+ don Francesco

Promo