Violenza: vietava alla compagna di aprire la porta casa, arrestato originario di Bari

La Squadra Volante del Commissariato di Martina Franca (Taranto) ha arrestato in flagranza di reato un 34enne originario di Bari perché responsabile dei reati di maltrattamenti e lesioni personali dolose nei confronti della sua compagna.

L’uomo è stato inoltre indagato per rifiuto di declinare le proprie generalità agli Ufficiali di polizia giudiziaria. L’intervento nasce da una richiesta d’aiuto giunta alla sala operativa da parte della donna che si era rifugiata in un’abitazione di Martina Franca. La malcapitata ha riferito ai poliziotti di essere vittima di violenza fisica e psicologica da parte del compagno il quale, nel corso dell’ennesimo litigio, l’aveva colpita violentemente al volto, procurandole la fuoriuscita di sangue dal naso. Approfittando di un attimo di distrazione del compagno, era riuscita a fuggire, rifugiandosi a casa della sorella, distante pochi isolati dalla sua abitazione, dove era giunta scalza e in pigiama.

Dal racconto è emerso che da circa un anno, il rapporto con il compagno era caratterizzato da forti crisi di gelosia che sfociavano in frequenti litigi. L’uomo impediva alla malcapitata di aprire la porta di casa in sua assenza e le controllava il cellulare. Raggiunto presso l’abitazione della coppia, il 34enne, che si era rifiutato anche di fornire le proprie generalità ai poliziotti, è stato bloccato ed arrestato.

Promo