Molfetta, il maestro Mastroserio racconta Piazzolla in musica e parole

La Fondazione Musicale Vincenzo Maria Valente di Molfetta continua a spaziare fra i generi musicali dando l’opportunità di apprezzare tutti i tipi di sonorità e formazioni.
Il direttore artistico, la professoressa Sara Allegretta, reduce da importanti successi professionali, con il direttivo della Fondazione, sta programmando una rassegna autunno- inverno molto varia anche come location, infatti il prossimo appuntamento di novembre si terrà presso la Cittadella degli Artisti e sarà dedicato al jazz.

Grande e magistrale è stata l’esibizione del maestro Rosario Mastroserio, esibitosi presso l’Auditorium Regina Pacis di Molfetta che ha tenuto una vera e propria lezione su Piazzolla di cui è profondo conoscitore, avendo eseguito i suoi pezzi ovunque ed avendo studiato la sua musica, il periodo storico, le influenze, i rapporti con i suoi contemporanei.
Piazzolla è profondamente legato alla Puglia, essendo originario di Trani, quindi il maestro ha ripercorso anche i legami e la storia personale del musicista, affermando che in questo momento della sua vita professionale preferisce questa esecuzione più intimista, senza ballerini. Il maestro è stato introdotto dall’ avvocato Annalisa Nanna, componente del direttivo della Fondazione.
E ora qualche cenno al curriculum veramente di nota del maestro.
Il maestro Mastroserio ha studiato pianoforte con Rinalda Tassinari, Rodolfo Caporali, Malcom Frager, per poi perfezionarsi alla Chigiana di Siena con Michele Campanella . Ha svolto regolari studi di composizione per dedicarsi poi, nella prima fase della sua carriera, alla direzione d’orchestra ( orchestra MAV di Budapest, Filarmonica di Donesk, Filarmonica di Tirana, I Solisti Baltici, orchestra sinfonica del Cremlino ). La sua formazione è sicuramente classica, ma in particolare è nella musica improvvisata che ha trovato la sua più forte identificazione in ambito pianistico.

E’ ritenuto a livello internazionale tra i più significativi interpreti della musica di Astor Piazzolla che ha suonato ovunque in Europa ( Parigi, Vienna,Budapest, Varsavia, Cracovia, Belgrado, Lucerna, Copenaghen, Istanbul, Salonicco, Mosca,San Pietroburgo, Amsterdam, Stoccolma, Lille, Zurigo,Berlino, Grenoble…) in Nord America ( New York, Boston, Philadelfia, Toronto , Ottawa, Miami ).

Ancora concerti a Città del Messico, San Paolo , Buenos Aires, Singapore.

A Washington gli è stato conferito dalla Società Italiana di Cultura il premio Performing Artist Award 1999.

E’ stato consulente artistico di diverse produzioni presso l’Ambasciata d’Italia degli Emirati Arabi( Dubai e Abu Dhabi).
E’ stato docente in qualità di visiting professor al Middlebury College ( Vermont USA ) dal 1995 al 2005.
Nella sua attività spesso ha accompagnato musicisti di pregio quali Katia Ricciarelli, Gianluca Terranova, Fabrizio Bosso e altri.
E’ titolare della cattedra di pianoforte principale al Conservatorio Niccolò Piccinni di Bari, dove insegna anche improvvisazione pianistica.

Quindi dopo una prima parte dedicata a George Gershwin, nella seconda composizioni, rielaborate per pianoforte, di Astor Piazzolla.
Proprio di quest’ultimo, Rosario Mastroserio è ritenuto un indiscusso ed attento conoscitore.
Infatti, nell’ultimo ventennio il pianista ha eseguito i brani del compositore italo-argentino in tutto il mondo da New York a Singapore, da Toronto a Dubai, a Stoccolma, Parigi, Berlino, Varsavia, Budapest.
Il maestro con le note meravigliose del suo pianoforte ha fatto sognare ed emozionare il pubblico tingendo di passione “Nuevo Tango” di Piazzolla, autore del quale ricorre il centenario della nascita.
Altre emozioni e suggestioni in programma con la Fondazione e le sue iniziative musicali.

Paola Copertino

Promo