Capi-gruppo consiglieri comunali a Bari non invitati alla presentazione del Pnrr al Piccinni: la protesta di Melchiorre e Ciaula

Mancato riconoscimento delle funzioni istituzionali dei Consiglieri comunali. Con questa frase i capigruppo di Fratelli d’Italia e Forza Italia al Comune di Bari, Filippo Melchiorre e Antonio Ciaula, esprimono il proprio disappunto per il mancato invito all’evento di presentazione al Teatro Piccinni del programma di iniziative “Italia Domani – Dialoghi sul Pnrr”, per presentare i progetti che potrebbero essere realizzati con i fondi offerti dal piano nazionale di ripresa e resilienza. 

Ecco il lungo comunicato con cui si chiede l’approfondimento della questione: 
Nella giornata di ieri, all’interno della solenne cornice del Teatro Piccinni, si è svolto uno degli eventi di presentazione del programma di iniziative “Italia Domani – Dialoghi sul Pnrr”, con cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri intende far conoscere attraverso tutto il paese i progetti che potranno essere realizzati attingendo alle risorse offerte dal Piano nazionale di ripresa e resilienza.
La circostanza era di estremo rilievo per confrontarsi direttamente con tutte le rappresentanze dei territori, sia quelle istituzionali sia quelle espresse dalla società civile, a riguardo di interventi di ampia portata che sono destinati ad incidere profondamente sul loro sviluppo futuro. Non casualmente dunque la platea del teatro era gremita dai Sindaci dell’Area metropolitana di Bari, dalle rappresentanze delle istituzioni accademiche, da studenti ed esponenti della cittadinanza attiva, che meritoriamente si mobilitano in queste occasioni.
Padroni di casa erano il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e, soprattutto, il sindaco di Bari oltreché Presidente dell’Anci. Mentre erano relatori di questo evento il Ministro per l’Innovazione Tecnologica, Francesco Colao, ed il Sottosegretario Roberto Garofoli, che si sono diffusi nell’illustrazione delle finalità generali del Pnrr e soprattutto degli interventi che riguarderanno direttamente la Puglia.
Ma per l’appunto alla luce dell’importanza dell’evento, e del significato che il Pnrr potrà avere per i territori, ed in particolare per quelli urbani e metropolitani, suscita stupore e risulta incomprensibile che i Consiglieri comunali di Bari non siano stati invitati formalmente a partecipare all’evento.
E’ doveroso sottolineare con forza questa ingiustificabile omissione, e questo non per un superficiale desiderio di presenzialismo bensì invece perché, ancora una volta, i Consiglieri comunali di questa città non sono stati riconosciuti nella loro dignità di rappresentanti della comunità cittadina di cui sono espressione né, tantomeno, nella loro funzione di rappresentanti delle istituzioni civiche.
Il mancato invito in questa circostanza evidenzia ancora una volta il persistere di una insufficiente consapevolezza del rilievo delle funzioni, istituzionali non meno che amministrative, che i Consiglieri comunali svolgono al di là delle specifiche identità di appartenenza politica, ed il mancato riconoscimento è ancor più degno di nota se si considera che l’evento era presenziato dal Sindaco di Bari ovvero dal Presidente dell’Anci.
Pertanto, considerato che questa ingiustificabile omissione del riconoscimento delle prerogative connesse all’ufficio elettivo del Consigliere comunale non è che l’ultima di una lunga serie di alte simili, si ritiene necessario che sia lo stesso Consiglio comunale ad assumere delle iniziative a tutela della funzioni istituzionali di ogni Consigliere a qualunque parte politica appartenga.
 
E di conseguenza chiedo che il Presidente del Consiglio Comunale provveda a convocare con estrema urgenza una apposita Conferenza dei capigruppo al fine di discutere ed approfondire tutte le implicazioni della questione sopra descritta.

Promo