Stage di musica sacra al Museo diocesano di Molfetta

Sabato 20 e domenica 21 novembre il Museo diocesano di Molfetta riapre le porte alla musica sacra.
Avrà luogo nella elegante cornice della Sala Monumentale della Biblioteca del Seminario Vescovile Symphonia Harmoniae Celestium Revelationum, il seminario di pratica della Musica di Ildegarda di Bingen.
Un momento di formazione per quanti sono interessati a scoprire e approfondire la musica della poliedrica monaca benedettina, vissuta nell’XI secolo.
Proclamata dottore della Chiesa da Papa Benedetto XVI, Ildegarda fu mistica e profetessa, ma anche cosmologa, guaritrice, linguista, naturalista, filosofa e probabilmente la prima donna musicista e compositrice nella storia cristiana. Ildegarda sviluppò idee avanzate sulla musica, proponendo la musica strumentale come parte integrante del canto umano.
Lo stage, che si compone di una sessione vocale ed una strumentale, sarà curato da Giovannangelo de Gennaro, studioso di musica medievale.
La sua ricerca affonda nella pratica della musica medievale italiana e della Spagna.
Il musicista collabora con l’Ensemble Organum dell’Abbazia di S. Pierre de Moissac diretto da Marcel Peres, l’Ensemble Odo, dell’abbazia di Cluny diretto da Claire Merigoux, Ensemble Micrologus di Assisi e Mudejar diretto da Begonia Olavide.
È direttore dell’Ensemble Calixtinus fondato nel 92′ con il M° Nicola Nesta.
La musica dell’Anima torna a risuonare nella prestigiosa cornice diocesana.
Info e contatti al 348 4113699 e su info@museodiocesanomolfetta.it

Il canto e la musica umana sono una risonanza del Paradiso benevolmente concessa da Dio, sono un’eco del suono originario di Dio Uno e Trino. La musica risveglia nell’uomo la nostalgia del Paradiso.
Ildegrada di Bingen

Promo