BariSeranews

Povertà Educativa. Ultimo appuntamento di Mettere Opere in Cantiere – Raccontare il Terzo Settore

97 Visite

 Dall’allontanamento coatto degli studenti dai luoghi per eccellenza deputati all’apprendimento – causa pandemia – all’aumento dei numeri sulla dispersione scolastica. Dalle difficoltà dei ragazzi d’oggi ad approcciarsi a sistemi educativi spesso inefficaci alla mancanza di azioni concrete per ampliare l’offerta formativa e, dunque, fornire agli studenti strumenti validi per lo sviluppo di capacità e aspirazioni. Fino ad arrivare alla necessità di efficienti sistemi di orientamento professionale.

    Mercoledì 24 Novembre 2021, nella sala convegni della parrocchia San Domenico, in piazza San Domenico 19 a Putignano, dalle ore 16:00, si terrà l’incontro “Povertà educativa”, ultimo appuntamento del ciclo di seminari sulla comunicazione sociale del Centro di Servizio al Volontariato San Nicola Odv “Mettere opere in cantiere – Raccontare il Terzo Settore”.

 

    Mettere opere in cantiere declina il tema della Povertà nei tre aspetti più significativi per gli enti del Terzo settore del nostro territorio: Disagio Economico, Crisi Associativa, Povertà. Lo fa attraverso gli interventi dei relatori provenienti dal mondo del Terzo settore, istituzionale e del profit. Un momento per interagire anche con i consulenti alla progettazione del CSVSN che offriranno idee concrete per rispondere in maniera propositiva alle tematiche della povertà e realizzare opere in rete.

Programma incontro “Povertà educativa”

Saluti

  • Rosa Franco, presidente CSV San Nicola
  • Alessandro Cobianchi, direttore CSV San Nicola
  • Maria Antonietta Brigida, consigliera CSVnet per il gruppo Scuola e Volontariato

Relatori

  • Giuseppe Silipo, Direttore Generale Ufficio Scolastico Regionale Puglia
    Il Ministero dell’Istruzione lo ha recentemente nominato nuovo direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale pugliese. All’avvio dell’anno scolastico, si è impegnato ad affrontare le diverse problematiche legate alla pandemia che nel corso di questi mesi influiranno sul percorso formativo e educativo dei giovani studenti pugliesi, vaccinazioni, trasporti, distanziamento nelle aule, assunzione dei docenti. “La scuola è di tutti, e rappresenta un cardine dello sviluppo dell’Italia, un “bene comune”, imprescindibile. Se, dunque, la scuola rappresenta, particolarmente in questa difficile contingenza, l’essenza dello sviluppo, il fulcro della ripresa, è compito di ciascuno di noi, contribuire a declinare nella pratica tutti gli aspetti, perché ciò avvenga in ogni realtà territoriale della nostra regione”.
  • Marino Lizza, WeCanJob S.r.L.
    Wecanjob è un innovativo portale di orientamento professionale, pensato per facilitare gli studenti nella ricerca del proprio percorso formativo e i genitori, nella comprensione del costante mutamento degli scenari lavorativi. Il portale si rivolge anche agli insegnanti, in particolare a quelli che accompagnano l’orientamento degli alunni, e ai lavoratori in cerca di nuovi percorsi professionali. WeCanJob e Ministero dell’Istruzione hanno siglato un Protocollo d’Intesa per “Rafforzare il rapporto tra scuola e mondo del lavoro” a garanzia del costante e proficuo rapporto di collaborazione con le istituzioni nazionali.
  • Agnese Curri, referente regionale dei Programmi Save the Children Puglia
    I programmi di Save the Children hanno l’obiettivo di contrastare la perdita di apprendimento e di motivazione allo studio, aggravata dalla prolungata chiusura delle scuole, prevenire l’interruzione prematura del percorso scolastico e l’aumento della dispersione scolastica. Fin dal 2011, Save the Children è impegnato nell’analisi del fenomeno e nella definizione di interventi efficaci nel contrasto della dispersione scolastica, costruiti in collaborazione con le scuole. Si tratta di interventi integrati rivolti a studenti, docenti e famiglie. Save the Children agisce in maniera preventiva con attività a supporto della motivazione allo studio e dell’apprendimento, al fine di garantire la piena attuazione del diritto all’istruzione, sia in ambito scolastico che extrascolastico. Vengono così realizzati: Laboratori per supportare la motivazione degli studenti; Campi scuola; Accompagnamento allo studio; spazi di dialogo tra docenti e studenti. In particolare, si lavora su proposte di intervento relative alle dinamiche relazionali, alla didattica, alla riqualificazione degli spazi scolastici, al rapporto scuola-territorio. Gli interventi, infine, promuovono lo sviluppo di una comunità educante capace di contrastare la dispersione scolastica sui territori.

Modera

  • Armida Salvati, docente di sociologia Università degli Studi di Bari Aldo Moro
    Conduce ricerche su politiche di contrasto alla povertà, partecipazione, azione collettiva e Terzo settore.

Testimonianze, contributi e interventi

  • Anna Maria Ferretti e Antonio Stornaiolo
    raccontano “Puglia Good News”, un programma dedicato alle buone notizie made in Puglia, ovvero a quelle news in grado di trasmettere speranza e positività, frutto di iniziative virtuose realizzate da associazioni di volontariato, enti pubblici e privati e cittadini.
  • Imprese ed enti del Terzo settore invitati

Progettiamo insieme

  • Alessandra Rizzi e Oronzo Amorosini, consulenti alla progettazione CSV San Nicola
    Sulla base delle testimonianze e degli interventi dal pubblico, offrono alla platea idee e suggerimenti per realizzare progetti in rete: PugliaCapitaleSociale 3.0 e gli strumenti del PNNR per il Terzo settore.

    Sono previsti crediti formativi per i giornalisti (occorre registrarsi ai convegni attraverso la piattaforma Sigef).

Promo