Fermiamo la violenza!

In questi giorni abbiamo affrontato in classe il tema della violenza sulle donne.

Abbiamo appreso che nel 2021, in Italia, ogni giorno 89 donne sono vittime di violenze di genere e molti dati riportano numeri simili anche nel 2020 e nel 2019. Nell’80% dei casi queste donne sono di nazionalità italiana e per il 20% sono donne straniere.

Dopo averne parlato in classe, siamo rimasti molto colpiti dal fatto che questi reati sono commessi soprattutto da mariti e compagni o dagli ex delle stesse donne aggredite.

Sono troppi ormai gli uomini, anche giovanissimi, pronti a minacciare, picchiare, perseguitare e uccidere le donne che ritengono degli oggetti di loro proprietà.

Forse non sarebbe sbagliato se quella delle Pari opportunità diventasse una materia da studiare a scuola. Mentre scrivo questo articolo, mi rendo conto che per me e i miei compagni già il solo fatto di parlarne a scuola è stato utilissimo! Bisognerebbe insegnare agli uomini che se fanno male a chi dicono di amare, finiscono con il far male a loro stessi.

È importante che le donne nel frattempo diventino più forti e che denuncino gli atti di violenza che ricevono. Esiste ormai da anni anche un numero telefonico (il 1522) che corrisponde a un servizio antiviolenza per le donne che subiscono soprusi.

Dobbiamo assolutamente fermare la violenza sulle donne e smentire i numerosi pregiudizi su di loro.

La tutela delle donne è una priorità assoluta, oggi… Dobbiamo fare in modo che avvenimenti così assurdi e drammatici non accadano più!

 

Elisabetta Amato – 1 D I.C. “Mazzini –Modugno”, Bari

Promo