Bariseranews.it – Oltre la notizia

Germania, economia in affanno: l’inflazione vola verso il 6%. Ora quali scenari?

79 Visite

Politica monetaria espansiva in Europa, ma anche possibile aumento dei prezzi. La situazione in Germania, sul piano, economico, attraversa un momento decisamente particolare: tassi negativi e pioggia di denaro – spiega il quotidiano La Stampa – potrebbero tradursi in un aumento di prezzi tale da poter spingere l’inflazione fino al 6% già a fine novembre. Situazione confermata anche dal bollettino mensile della Banca Centrale Tedesca. Già ad ottobre, peraltro, si era registrato un aumento dei prezzi pari al 4,6%.

E non è tutto perché le attuali difficoltà dell’economia tedesca dipenderebbero anche dalla mancanza di beni, manodopera e materie prime, aspetti influenzati ed accentuati dalle varie restrizioni dovute alla pandemia da Covid-19. Per un po’ di tempo l’inflazione potrebbe rimanere ben al di sopra del 3% ed è per questo che non è da escludere la possibilità di poter dare priorità agli aumenti dei salari.

Il fenomeno è da monitorare con attenzione, considerata anche l’importanza del paese per il resto dell’Unione Europea, svolgendo la Germania un ruolo trainante per gran parte dell’economia continentale (ed essendo anche uno dei principali partner commerciali dell’Italia). Nel medio termine, comunque, i prezzi potrebbero tornare a scendere – si apprende sempre dal quotidiano –  grazie al taglio dell’Iva e grazie ad altri fattori temporanei.

Le condizioni macroeconomiche inoltre dovrebbero puntare, secondo la banca centrale, anche ad aumenti salariali più forti per i contratti collettivi da rinnovare nel prossimo futuro. La Bundesbank ha ricordato la posizione della Bce secondo cui l’attuale impennata dell’inflazione è temporanea e non dovrebbe essere affrontata con una stretta della sua politica monetaria.

Promo