«Risollevatevi e alzate il capo, perché la vostra liberazione è vicina», il caffè spirituale di mons. Savino

CAFFÈ SPIRITUALE
GIOVEDÌ, 25 NOVEMBRE 2021
GIOVEDÌ DELLA XXXIV SETTIMANA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO DISPARI)
====☕️====

—–•••—–

«Il Signore annuncia la pace per il suo popolo,
per i suoi fedeli, per chi ritorna a lui con fiducia.» (Sal 84,9)

✠ Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

VANGELO
Gerusalemme sarà calpestata dai pagani finché i tempi dei pagani non siano compiuti.
✠ Dal Vangelo secondo Luca
(Lc 21,20-28).
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Quando vedrete Gerusalemme circondata da eserciti, allora sappiate che la sua devastazione è vicina. Allora coloro che si trovano nella Giudea fuggano verso i monti, coloro che sono dentro la città se ne allontanino, e quelli che stanno in campagna non tornino in città; quelli infatti saranno giorni di vendetta, affinché tutto ciò che è stato scritto si compia. In quei giorni guai alle donne che sono incinte e a quelle che allattano, perché vi sarà grande calamità nel paese e ira contro questo popolo. Cadranno a fil di spada e saranno condotti prigionieri in tutte le nazioni; Gerusalemme sarà calpestata dai pagani finché i tempi dei pagani non siano compiuti.
Vi saranno segni nel sole, nella luna e nelle stelle, e sulla terra angoscia di popoli in ansia per il fragore del mare e dei flutti, mentre gli uomini moriranno per la paura e per l’attesa di ciò che dovrà accadere sulla terra. Le potenze dei cieli infatti saranno sconvolte. Allora vedranno il Figlio dell’uomo venire su una nube con grande potenza e gloria. Quando cominceranno ad accadere queste cose, risollevatevi e alzate il capo, perché la vostra liberazione è vicina».

MEDITAZIONE
Un’omelia greca del IV secolo
Sulla Santa Pasqua, 44-48; PG 59, 743; SC 27 (ispirato a un’omelia perduta d’Ippolito)

La vittoria del Figlio dell’uomo, che è venuto e che viene

Cos’è la venuta del Cristo? La liberazione dalla schiavitù e la cancellazione dell’antica prigionia, l’inizio della libertà e l’onore dell’adozione, la fonte della remissione dei peccati e la vita veramente immortale per tutti. Poiché il Verbo, la Parola di Dio, ci vedeva dall’alto oppressi dalla morte, dissolti, decaduti, incamminati in una via senza ritorno, è venuto ad assumere la natura di Adamo, il primo uomo, secondo il disegno del Padre. Non ha affidato ad angeli o arcangeli la nostra salvezza, lui stesso ha voluto combattere per noi, obbedendo al Padre. (…) Raccogliendo e contenendo in sé tutta la sua divinità, è venuto nella misura che ha deciso (…); per la potenza del Padre non ha perduto ciò che aveva, ma ha preso ciò che non aveva ed è venuto come essere limitato. (…)
Vedi com’è Signore: «Oracolo del Signore al mio Signore: siedi alla mia destra» (Sal 110,1). (…) Vedi com’è Figlio: «Egli mi invocherà: tu sei mio padre; io lo costituirò mio primogenito» (Sal 89,27-28)- (…) Vedi ancora com’è Dio: «I potenti verranno e ti si prostreranno dinnanzi; ti pregheranno perché solo in te è Dio» (cf Is 45,14). (…) Vedi com’è re eterno: «Il tuo trono, Dio, dura per sempre». (…) Dio, il tuo Dio ti ha consacrato con olio di letizia» (Sal 45,7-8). (…) Vedi com’è Signore dei potenti: «Chi è questo Re grande e glorioso? E’ il Signore valoroso e forte, lui è il re glorioso» (Sal 24,8). (…) Vedi ancora com’è sacerdote in eterno: «Tu sei sacerdote per sempre» (Sal 110,4). Ma se Egli è Signore e Dio, Figlio e re, Signore e sacerdote eterno, quando egli ha voluto, «è anche uomo: chi lo capirà?» (Ger 17,9 LXX). (…)
Quindi, è come Dio e come uomo che questo Gesù è venuto tra noi. (…) Ha preso il nostro corpo miserabile e mortale (…); ha curato i nostri corpi con le loro infermità, ha guarito tutte le malattie col suo potere, perché si compisse la parola: «Io sono il Signore. (…) Ti prenderò per mano e ti renderò forte. (…) Sono il Signore, questo è il mio nome. (…) L’ultimo nemico ad essere distrutto sarà la morte. O morte, dov’è la tua forza che uccide?» (Is 42,6-8; 1Cor 15,26.55)

PADRE NOSTRO…

ORAZIONE
Ridesta, o Signore, la volontà dei tuoi fedeli,
perché, collaborando con impegno alla tua opera di salvezza,
ottengano in misura sempre più abbondante
i doni della tua misericordia. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.

✠ Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna. Amen.

«L’eterno riposo dona loro, o Signore, e splenda ad essi la luce perpetua. Riposino in pace. Amen.»

******
«Risollevatevi e alzate il capo,
perché la vostra liberazione è vicina.» (Lc 21,28)
In Cristo Gesù, nostra Speranza, Via, Verità e Vita, sia benedetta questa giornata.
+ don Francesco

Promo