Corriero (Presidente Comitato Unicef Bari e Giudice) ha incontrato gli studenti del Vespucci di Molfetta

Organizzare la speranza, perché la violenza non è un destino.

Gli studenti e le studentesse dei settori Nautico e Moda dell’IISS “A. Vespucci” di Molfetta nella mattina di
venerdì 26 novembre hanno dialogato con il dott. Michele Corriero, Presidente Comitato Unicef Bari e Giudice onorario del Tribunale per i minorenni di Bari, e con il dott. Luciano Lopopolo, Presidente nazionale Arcigay sul delicatissimo tema della parità dei generi e della tutela dei minori.

Solo incontrando ragazze e ragazzi e solo facendo formazione sul dialogo e sull’incontro si possono raggiungere grandi obiettivi, come quello grandissimo centrato questa mattina, come ha detto il Dirigente Scolastico Carmine D’Aucelli nell’introdurre l’incontro da lui fortemente voluto.

La cultura del “contatto” che scioglie le diffidenze reciproche, la cultura della cura e dell’attenzione verso le piccole vittime di ogni forma di violenza e la cultura del dialogo che supera i pregiudizi, come hanno spiegato Corriero e Lopopolo ad una giovane platea attenta e coinvolta, devono diventare occasioni e pratiche di ogni giorno a scuola e a casa, perché solo così si può (e si deve) organizzare la speranza di un benessere pienamente umano e solo così si può (e si deve) scoprire che la violenza non è un destino per nessuno.

La conclusione dell’incontro è stata affidata a Rachele Calabrese, che nel portare ai presenti la sua pluriennale esperienza di volontaria Unicef ha chiesto a tutti di prestare la propria voce per denunciare la condizione femminile in Afghanistan e per esprimere il proprio no verso qualsiasi forma di annientamento del valore di ogni singola vita umana.

Un bel messaggio, come si vede. Un incontro bello e autentico, come belli e autentici si sono mostrati gli studenti nel loro coinvolgimento.

Promo