Il Bari vince (ancora) e convince: Latina battuto 3-1, attacco protagonista

BARI – Oltre i tre punti, ancora
una volta la prestazione. E’ stato corso qualche rischio in più contro il
Latina, ma riprendere per i capelli prontamente il match non è stato compito
arduo, per il Bari. Il 3-1 arriva tra gli applausi dei 6mila presenti, grazie
ad un Paponi in grande spolvero, ma l’attacco gira ancora e bene: la conferma
viene dalle reti di Antenucci e Marras. Così approcciarsi in vista del big
match del Partenio contro l’Avellino appare decisamente incoragginate.

FORMAZIONI. Galletti in campo col
solito 4-3-1-2: Pucino e Mazzotta sulle fasce in difesa, al centro Terranova e
Celiento. A centrocampo Scavone, D’Errico e Scavone, in avanti Botta alle
spalle di Antenucci e di Paponi, ex di giornata. Pontini col 3-5-2, con Di
Livio, figlio d’arte dell’ex Juventus e Fiorentina, e Carissoni, che soltanto
qualche stagione fa indossava la maglia del Monopoli.

PRIMO TEMPO. L’avvio di gara
risulta equilibrato: fase di studio nelle prime batte, le due squadre non si
scoprono più di tanto. Poi tutto cambia a partire dal 20’, quando è il Latina
ad effettuare il primo tiro in porta: perde Palla proprio Paponi, i pontini
partono allora in contropiede con Carletti che serve Ercolano, conclusione
alta. Va meglio invece al Bari, che al 33’ passa ancora con Antenucci: lancio
dalle retrovie di Paponi – pronto al riscatto – che cosi coglie la difesa
impreparata, la palla passa sui piedi di Antenucci. Impossibile sbagliare
praticamente da solo e rete gonfiata. Ma la gara resta frizzante ed tra i 41’
ed il 42’ tra pontini e galletti c’è il botta e risposta: prima Tessiore non
approfitta di una palla persa da D’Errico, poi proprio l’ex Monza su ripartenza
spedisce la sfera di poco a lato. Si fa apprezzare anche Botta: con un numero
elegante sorprende la marcatura avversaria. Così si va al riposo sull’1-0.

SECONDO TEMPO. Avvio shock, nella
ripresa. Bastano quattro giri di lancette a Di Livio per pareggiare: sgroppata
sulla sinistra e diagonale che non lascia scampo a Frattali. Ma accusato il
colpo il Bari reagisce ed al 9’ è di nuovo vantaggio: lo trova Paponi, che da
rapace d’area esperto coglie di testa un ottimo suggerimento dalla destra di
Botta e la sfera per Cardinali è imprendibile. La gara riserva ancora altri
episodi: al 16’ i biancorossi rischiano parecchio su un buco difensivo che
consente a Carletti di arrivare a tu per tu con Frattali, che tuttavia sbarra
la strada. Al 19’ ci prova Botta da punizione, palla in corner. Morbido
Antenucci al 25’ su un tentativo dalla distanza, non riesce a far di meglio
neppure Amodio: punizione pontina, sulla palla non arriva nessuno. Ed al 44’ il
tris arriva, coi biancorossi che nei minuti precedenti stavano gestendo senza
affanni il match. A segnare ci pensa Marras: in ripartenza l’esterno sfrutta al
meglio un assist al bacio di Maita e trafigge senza problemi Cardinali. 3-1
finale e festa per tutti. E adesso c’è l’Avellino.

BARI-LATINA 3-1

Marcatori: 32’pt Antenucci (B), 4’st Di Livio (L), 9’st Paponi (B), 44’st Marras (B)

Bari (4-3-1-2): Frattali; Pucino, Celiento, Terranova, Mazzotta (34’st Ricci); Scavone (24’st Mallamo), Maita, D’Errico (34’st Bianco); Botta; Antenucci (45’st Belli), Paponi (24’st Marras). All. Mignani

A disp.: Polverino, Gigliotti, Simeri, Cheddira, Citro, Lollo, Di Gennaro. 

Latina (3-5-2): Cardinali; Carissoni, Esposito, Giorgini; Ercolano (39’st Teraschi), Amadio, Tessiore (28’st Barberini), Di Livio, Nicolao (8’st De Santis); Sane (8’st Jefferson), Carletti (39’st Rossetti). All. Di Donato

A disp.: Ciammaruconi, Alonzi, Marcucci, Celli, Atiagli, D’Aloia, Rossi

Arbitro: Fiero di Pistoia

Assistenti: Pascali e Stringini

IV Uomo: Grasso

Ammoniti: Maita (B), Ercolano (L), Esposito (L), Terranova (B), Pucino (B), Scavone (B), Di Livio (L)

Recuperi: 0’pt; 5’st.

Spettatori: 6.762 spettatori (2.044 mini abbonamenti, 76 tifosi ospiti) 

Promo