Tenta estorsione e schiaffeggia commerciante, arrestato pregiudicato

Ha ostentato con un commerciante i suoi precedenti penali e, dietro la minaccia di gravi ritorsioni, ha tentato di costringere la vittima a consegnargli un motorino e un monopattino elettrico. E’ avvenuto l’estate corsa a Casamassima, in provincia di Bari. I carabinieri, a seguito di indagini, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale del capoluogo pugliese nei confronti di G.L., 33enne pregiudicato, già conosciuto alle forze dell’ordine. Le indagini sono partite a giugno scorso dopo la denuncia della vittima e hanno fatto luce sul tentativo di estorsione nei confronti del proprietario dell’attività commerciale. Dopo il rifiuto opposto dal titolare del negozio, il 33enne, dopo le minacce, è passato alle vie di fatto. Infatti, nella serata del 7 settembre scorso, presentatosi nell’attività commerciale, ha aggredito fisicamente il titolare, sferrandogli uno schiaffo violento, tanto da fargli perdere l’equilibrio e rovinare al suolo.  La vittima è dovuta ricorrere alle cure mediche a causa delle lesioni riportate alla testa dopo la caduta. Grazie al sistema di videosorveglianza, i carabinieri hanno potuto visionare il momento della consumazione dell’azione criminale e raccogliere elementi di prova tali da formare una piattaforma indiziaria a carico dell’indagato, confluita poi nel procedimento penale della Procura della Repubblica di BARI. Il pubblico ministero, condividendo le risultanze investigative, in considerazione delle modalità del fatto e presupponendo un elevato pericolo, attuale e concreto, di reiterazione del reato, ha chiesto per G.L. gli arresti domiciliari, poi disposti dal gip. Il 33enne dovrà difendersi dall’accusa di tentata estorsione e lesioni aggravate.

Promo