Famiglie in case con muffa, sindaco a cittadini ‘servono alloggi’

“Un appello a tutti gli acquavivesi: ci sono concittadini che vivono in case fatiscenti che provocano malattie e il Comune non ha alloggi da offrire per il momento. Questi cittadini avrebbero diritto a un alloggio popolare ma attualmente non ve ne sono disponibili. Per questo vi chiedo di comunicare al mio indirizzo mail l’eventuale disponibilita’ di appartamenti da dare in affitto”. E’ l’appello che il sindaco di Acquaviva delle Fonti, nel Barese, Davide Carlucci, ha lanciato su Facebook ai suoi concittadini. Carlucci spiega che ad Acquaviva ci sono almeno cinque famiglie, anche con persone fragili, che vivono in alloggi insalubri. “Una famiglia con un figlio disabile vive in una casa piena di muffa – dice – , stiamo cercando di risolvere il problema ma non abbiamo alloggi comunali disponibili”. Per questo il sindaco ha diffuso il suo indirizzo mail personale chiedendo ai concittadini l’eventuale disponibilita’ di casa vuote da dare in affitto. Il Comune, attingendo dai fondi stanziati per l’emergenza abitativa, pagherebbe parte dei canoni, aiutando i nuclei famigliari disagiati a sostenere soluzioni abitative piu’ salubri e dignitose. “Abbiamo anche avviato procedure di sfratto per alcune famiglie morose che occupano alloggi popolari – aggiunge il sindaco – e stiamo inoltrando all’Inps richieste per verificare la posizione di alcuni percettori del Reddito di cittadinanza”.

Promo