Digitale: Capone, potenziare sorveglianza e adeguare norme

“Non possiamo negare l’uso della piattaforme, non si può impedire ai giovani di utilizzare il digitale, il digitale e’ uno strumento, bisogna potenziare la capacita’ critica, la sorveglianza e le norme che tutelano i diritti fondamentali delle persone”: lo ha dichiarato la presidente del Consiglio regionale della Puglia, Loredana Capone, a margine del convegno nazionale organizzato a Bari, nell’aula del Consiglio regionale, dal Corecom Puglia dal titolo ‘Il riordino del Tusmar e le nuove regole del digitale’. Si tratta di un “tema di grande rilevanza – ha proseguito – che e’ sicuramente quello della pluralità dell’informazione, ma anche quello della tutale dei minori e del rischio che si può verificare dell’uso di piattaforme in una età che non lo consentirebbe o quando non c’è ancora una maturità nell’uso di queste piattaforme che comportano scelte consapevoli e responsabili. Diventa fondamentale che ci siano norme che, garantendo l’uso di queste piattaforme in maniera consapevole, possano potenziare il livello critico degli utenti e anche di chi ha l’obbligo di sorvegliare”.

Promo