Aggiudicati i lavori a Bitonto per due appartamenti confiscati alla mafia

Nella giornata mondiale dedicata all’attenzione alle disabilità, il Comune di Bitonto ha aggiudicato i lavori per la ristrutturazione di due appartamenti confiscati alle mafie.
Finalmente, a gennaio, potranno partire i cantieri per realizzare un bed and breakfast ed un appartamento per l’autonomia gestiti da persone con diverse abilità in via Muciaccia e in via Togliatti.
Oltre 500.000 euro di fondi europei intercettati dal Pon Sicurezza che daranno la possibilità a tante ragazze e ragazzi di vivere una nuova, entusiasmante, avventura.
Ricostruiamo la vicenda.

A Bitonto, negli appartamenti confiscati ai clan – in via Muciaccia 2 e in via Togliatti 82 – a marzo 2021 saranno inaugurati i b&b che impiegheranno persone con disabilità e ragazzi a rischio devianza e un centro di supporto per famiglie fragili.

Quello in via Muciaccia è un immobile strappato alla criminalità organizzata e già noto alle cronache per le resistenze dei condomini quando, nel 2017, i ragazzi di Libera si affacciarono da uno dei balconi con uno striscione eloquente: “Ieri mafia, oggi Libera, domani liberi”.

“Sarà un b&b gestito dalle categorie più deboli, in cui fra i lavoratori saranno impiegati sia persone con disabilità sia giovani a rischio devianza e questo avverrà proprio negli appartamenti confiscati ai forti, a coloro che si credono più potenti”, afferma il sindaco Michele Abbaticchio, Vicepresidente di Avviso Pubblico. “Il nostro comune non ha mai abbandonato la zona 167, il quartiere più vasto e popoloso del territorio. Anzi, noi rilanciamo e continuiamo a lasciare tracce e segnali”.

“Abbiamo deciso di dedicare le strutture – completate con i fondi dell’Unione europea quindi a costo zero per il Comune – a Pio La Torre, il deputato siciliano che fu assassinato per aver ideato la legge sulla confisca dei beni di proprietà ai mafiosi. A lui va la dedica di un Comune e una città che non si arrende al tanto sono tutti uguali perché così non è”, conclude il Sindaco Michele Abbaticchio.

Promo