Il Bari inaugura gli scontri diretti al vertice: si parte dall’Avellino. La presentazione del match

Dicembre, mese cruciale per le ambizioni del Bari: Avellino, Taranto e Palermo sono sul percorso dei galletti, che dovranno mantenersi ben saldi al primo posto. La formazione biancorossa guidata da Mignani, forte delle ultime tre vittorie di fila, si cimenterà quest’oggi contro la formazione guidata da Braglia, che ha bisogno di vincere per rilanciarsi anche in ottica promozione diretta. Sarà ancora 4-3-1-2, con i biancorossi che dovranno fare a meno, tra infortuni e squalifiche, di Scavone, Marras e De Risio. In avanti spazio ancora all’esperienza di Antenucci e Paponi, a centrocampo possibile Mallamo dal primo minuto. Tutti a disposizione invece per i campani, anche se ci sono ancora dei ballottaggi in corso in mezzo al campo. Trasferta consentita ai sostenitori del galletto, anche se non sarà così per gli jonici in vista del derby di domenica prossima al San Nicola. Calcio d’inizio alle ore 20.30 al Partenio-Lombardi. 

Avellino-Bari, le probabili formazioni 

Avellino (4-3-3): Forte; Ciancio, Silvestri, Dossena, Tito; Matera, Aloi, D’Angelo; Kanoute, Di Gaudio; Maniero. All. Braglia 

Bari (4-3-1-2): Frattali; Pucino, Terranova, Celiento, Mazzotta; Maita, Mallamo, D’Errico; Botta; Antenucci, Paponi. All. Mignani 

Arbitro: Bitonti di Bologna 

Assistenti: Volta e Ciancaglini

IV: Catanoso

Tv: Rai Sport e Elevensports 

Promo