Nicolino d’Oro 2021 – Questa mattina la tradizionale cerimonia al circolo Acli – Dalfino

Nicolino d’Oro 2021 – questa mattina la tradizionale cerimonia del circolo Acli – Dalfino per la consegna del premio ai cittadini che hanno dato lustro alla città di Bari

Si è svolta oggi, nella sala consiliare di Palazzo di Città, la tradizionale cerimonia di consegna del “Nicolino d’Oro 2021”, l’iniziativa promossa dal Circolo Acli – Dalfino di Bari presieduto da Michele Fanelli. Alla cerimonia hanno partecipato il sindaco Antonio Decaro, l’assessora allo Sviluppo economico Carla Palone, padre Giovanni Distante, priore della Basilica di san Nicola, il presidente del Municipio I Lorenzo Leonetti, Anna Dalfino, presidente onoraria del circolo Acli Dalfino, e Domenico De Santis, vicecapo di Gabinetto della Regione Puglia.

Come ogni anno, a ricevere il riconoscimento sono stati cittadini baresi, professionisti, attività artigianali e commerciali che, nell’ambito della propria attività, con passione e idee hanno dato lustro alla città di Bari, alla sua storia e alla sua cultura.

“Oggi, nella ricorrenza di San Nicola torna anche la tradizione del Nicolino d’Oro – ha dichiarato Antonio Decaro -. In questi mesi sono stati tanti i sacrifici fatti. Abbiamo scoperto una vita nuova, che nessuno si aspettava e a cui nessuno era preparato, una vita che apparentemente ci voleva distanti, motivo per cui rinsaldare il nostro legame è stato ancora più importante che in passato. È stato un momento difficile ma lo abbiamo affrontato, con il rispetto delle regole e grazie alla scienza, che nell’ultimo anno ci ha indicato una strada, quella del vaccino. Il mio Nicolino d’oro va a tutte le famiglie a cui il covid ha portato via una persona cara e che, nonostante questo, non hanno perso la fiducia nella scienza e nella nostra comunità. Vorrei consegnare oggi un premio a tutti noi, cittadini di Bari, perché non ci siamo arresi e siamo qui oggi per riprenderci la nostra vita e le nostre tradizioni”.

Il premio Nicolino d’Oro 2021 è stato conferito a sei cittadini, ad un esercizio commerciale, un premio alla memoria e uno speciale, come di seguito indicato:

Sezione Medicina: Lidia Dalfino, è stata tra i primi medici a sottoporsi alla vaccinazione dando un segno evidente della valenza scientifica del vaccino. Grande esempio di professionalità e dedizione al servizio della medicina.

Sezione Medicina: Nicola De Giosa, ha difeso ad oltranza i baresi nel momento dell’emergenza covid accudendo e curando amorevolmente i pazienti, piangendo e gioendo con loro.

Sezione Medicina: Gianni Sportelli, durante l’emergenza pandemica ha curato ben 132 malati affetti da covid a casa attraverso la video-sorveglianza, rendendo un’assistenza quotidiana senza ricorrere all’ospedalizzazione.

Sezione Cultura: Vito Antonio Leuzzi. Docente e storico, In particolare, con le sue ricerche e i suoi studi ha contribuito al recupero della memoria storica della città e degli eventi riguardanti il bombardamento del porto di Bari del 2 dicembre 1943 e l’esplosione della nave Henderson il 9 aprile 1945.

Sezione Artigianato: Fabio Fortunato, raffinato liutaio. Nel 2002 apre il suo primo laboratorio a Modugno dove costruisce il suo primo violino e nel 2018 costruisce un violino dedicato a San Nicola.

Sezione Baresità: Panificio S. Rita. La focaccia del panificio ha conquistato il palato dei baresi e dei tantissimi stranieri in modo particolare dei giapponesi che fanno ore di coda pur di assaggiare questa gustosa specialità.

Sezione Culto religioso: Società Imperiale Ortodossa di Palestina. Nasce per volontà del Granduca Alexandrovich dopo aver visitato la Terra Santa nel 1881. Inizia a creare pellegrinaggi russi in Terra Santa. Molti devoti dopo aver visitato il Sacro Sepolcro ritennero importante rendere omaggio alla tomba con le reliquie di San Nicola nella città di Bari. All’inizio del XX secolo, per volontà della Granduchessa Elizaveta Feodorovna, viene acquistato un appezzamento di terreno nella città di Bari adibito a Ostello ecclesiastico per accogliere i pellegrini russi in modo da poter visitare il tempio di San Nicola creando un corridoio di Pace e Carità nel nome di S. Nicola.

Alla Memoria: Arturo Cucciolla. Per più di 40 anni docente di Architettura contemporanea presso il Politecnico di Bari.

Premio speciale: sindaco Antonio Decaro, ha interpretato la sua missione di guida della comunità barese in maniera indelebile, dando una esemplare testimonianza d’amore verso la sua città soprattutto nei giorni cupi della pandemia.

Franco Marella

Promo