Bari, tra vigneti colpiti dalle piogge e uliveti con olive sottopagate dagli oleifici

Possiamo considerare devastanti gli effetti delle piogge intense registrate nelle campagne della Puglia, e a Bari in particolare. Con il caso emblematico delle ciliegie e delle albicocche che, raccolte in grosse quantità, hanno raggiunto prezzi di vendita all’ingrosso anche di 0,50 centesimi al chilogrammo,  in questi mesi di novembre e dicembre anche uliveti e vigneti hanno avuto una produzione andata letteralmente in fumo a causa di alluvioni grandinate.

Gli uliveti che hanno registrato il “ricatto” dei frantoiani, che ad inizio novembre hanno acquistato anche a 42-44 euro per quintale, e i vigneti che continuano a subire i danni provocati dalle insistenti e forti piogge.

Per questo i campi avranno bisogno di ulteriori lavorazioni, molti dovranno essere riseminati, con incisiva perdita di prodotto e con aumento dei costi dovuti all’acquisto di piantine o sementi, ulteriori giorni di lavoro necessari, e con utilizzo aggiuntivo di macchinari e carburante”.

Nel video proposto per i nostri lettori, il collega Canio Trione mostra le condizioni in cui versano, appunto, i vigneti questa mattina, 9 dicembre 2021.

Promo