Bets: “alfiere” di generosità!

Betsalot Nigatu è una mia ex compagna di scuola, originaria dell’Etiopia, che ha compiuto un gesto generosissimo: ha condiviso la sua borsa di studio con una sua vecchia amica, etiope anche lei. Il suo gesto è stato così bello che Bets si è guadagnata il titolo di “Alfiere della Repubblica” con la seguente motivazione: “Per aver conquistato una borsa di studio, grazie al suo impegno nell’integrazione, e averne poi diviso il valore economico con un’amica che vive le sue stesse difficoltà ed è animata dalle stesse speranze”. Il prossimo 14 dicembre incontrerà al Quirinale il Presidente della Repubblica conferirà il titolo a lei e ad altri 29 giovani.

Ho intervistato Bets e queste sono state le sue risposte…

È stato difficile condividere la borsa con la tua amica?

No, lì per lì non ci ho pensato più di due volte.

Cosa ti ha spinto a condividerla?

Avevamo iniziato insieme a frequentare la scuola in Italia sin dalla quarta Elementare, quindi mi sembrava giusto.

Rifaresti questo gesto?

Assolutamente sì.

Che emozione hai provato quando hai saputo di aver ricevuto l’onorificenza di “Alfiere della Repubblica”?

Un’emozione grandissima, non riuscivo a crederci!

Come ti senti all’idea di incontrare il Presidente della Repubblica?

Sono molto emozionata e onorata.

Come ti senti adesso che hai ricevuto questo titolo?

Sono fiera di me!

Mi è piaciuto molto intervistare una mia ex compagna, sono molto felice per lei e spero che tutti i suoi sogni col tempo si realizzino!

 

Antonella Mallardi, 3^C, scuola secondaria I grado I.C. “Ceglie – Manzoni Lucarelli”, Bari

Promo