«C’è un tempo per ogni cosa», il caffè spirituale di mons. Savino

CAFFÈ SPIRITUALE
VENERDÌ, 10 DICEMBRE 2021
VENERDÌ DELLA II SETTIMANA DI AVVENTO
====☕====

—–•••—–

«Ecco, il Signore verrà con splendore
a visitare il suo popolo nella pace per fargli dono della sua vita eterna.»

✠ Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

VANGELO
Non ascoltano né Giovanni né il Figlio dell’uomo.
✠ Dal Vangelo secondo Matteo
(Mt 11,16-19).
In quel tempo, Gesù disse alle folle: «A chi posso paragonare questa generazione? È simile a bambini che stanno seduti in piazza e, rivolti ai compagni, gridano: Vi abbiamo suonato il flauto e non avete ballato, abbiamo cantato un lamento e non vi siete battuti il petto!. È venuto Giovanni, che non mangia e non beve, e dicono: È indemoniato. È venuto il Figlio dell’uomo, che mangia e beve, e dicono: Ecco, è un mangione e un beone, un amico di pubblicani e di peccatori. Ma la sapienza è stata riconosciuta giusta per le opere che essa compie».

MEDITAZIONE
San Giovanni Climaco [(ca 575-ca 650)
monaco nel Monte Sinai],
La Scala santa, 26° gradino

“Alla sapienza è stata resa giustizia dalle sue opere”

Se, come dice l’Ecclesiaste (Qo 3,1), c’è un tempo per ogni cosa sotto il sole – e per “tutto” dobbiamo intendere tutto ciò che riguarda il nostro santo modo di vivere – allora stiamo molto attenti, vi prego, e cerchiamo in ogni momento ciò che è appropriato a quel tempo.
Perché è certo che per chi combatte, c’è un tempo per l’impassibilità, e un tempo per il dominio delle passioni (…); c’è un tempo per le lacrime e un tempo per la durezza di cuore; un tempo per l’obbedienza e un tempo per comandare; un tempo per il digiuno e un tempo per prendere il cibo; un tempo per combattere il corpo, nostro nemico, e un tempo in cui il fuoco è morto; un tempo di tempesta per l’anima e un tempo di calma dello spirito; un tempo di dolore del cuore e un tempo di gioia spirituale; un tempo per l’insegnamento, e un tempo per l’ascolto; un tempo per ‘sporcarsi’, forse a causa del nostro orgoglio, e un tempo per la purificazione attraverso l’umiltà; un tempo per la lotta, e un tempo di tregua dal pericolo; un tempo per l’hesychia*, e un tempo per dedicarsi ad attività senza distrazioni; un tempo per la preghiera continua, e un tempo per il servizio sincero.
Non lasciamoci dunque ingannare da uno zelo orgoglioso che ci porterebbe a cercare prima del tempo ciò che verrà a suo tempo. Cioè, non cerchiamo in inverno ciò che verrà in estate, o nel tempo della semina ciò che verrà nel tempo della raccolta; perché c’è un tempo per seminare le fatiche e un tempo per raccogliere i doni ineffabili della grazia. Altrimenti, anche quando verrà il momento, non riceveremo ciò che è proprio di quel momento.
(* Hesychia: parola greca che significa pace, silenzio, riposo)

PADRE NOSTRO…

ORAZIONE
Rafforza, o Padre, la nostra vigilanza
nell’attesa del tuo Figlio,
perché, illuminati dalla sua parola di salvezza,
andiamo incontro a lui con le lampade accese. Egli è Dio, e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli. Amen.

✠ Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna. Amen.

******
«Aspettiamo il nostro Salvatore Gesù Cristo:
egli trasfigurerà il nostro corpo mortale
a immagine del suo corpo glorioso.» (Cf. Fil 3,20-21)
In Cristo Gesù, nostra Speranza, Via, Verità e Vita, sia benedetta questa giornata.
+ don Francesco

Promo