Bari, due arresti dalla Polizia di Stato. Furto e maltrattamenti in famiglia.

Nella giornata di ieri, i poliziotti della squadra Volante della Questura di Bari hanno arrestato due persone in distinte attività.

Nel primo pomeriggio di ieri, in centro città, gli agenti della volante di zona sono intervenuti presso un noto esercizio commerciale dove hanno sorpreso un cittadino georgiano mentre cercava di allontanarsi con alcuni capi di abbigliamento trafugati dagli scaffali.

Dai primi accertamenti è emerso che l’uomo, pregiudicato 30enne, era in possesso di altra merce asportata nella stessa giornata da un altro negozio di abbigliamento della zona; pertanto è stato arrestato per il reato di furto aggravato e denunciato per ricettazione della merce proveniente dal precedente furto; sul giovane georgiano pendeva inoltre un provvedimento di espulsione dal territorio italiano per cui è stato anche denunciato per la relativa inosservanza.

L’arrestato è stato ristretto nel carcere di Bari.

In tarda serata, in zona Madonnella, i poliziotti della volante di zona sono intervenuti per lite in famiglia durante la quale, una donna, vittima dell’aggressione del suo convivente è riuscita, nonostante tutto, a richiedere l’ausilio della Polizia.

Nelle concitate fasi dell’intervento l’uomo dopo aver procurato poco prima lesioni alla malcapitata, reagendo agli agenti, si è reso anche responsabile di minacce e resistenza a pubblico ufficiale. La vittima, trasportata in ospedale per le cure del caso, è stata dimessa con alcuni giorni di prognosi, e ha denunciato l’aggressore anche per pregressi episodi di violenza subiti.

Il barese 61enne, è stato arrestato per il reato di maltrattamenti in famiglia e lesioni, oltre che per resistenza e minacce a pubblico ufficiale, ed è stato messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.

Franco Marella

Promo