Si conclude il mandato del Comitato Feste Patronali di Giovinazzo

Il Comitato Feste Patronali presieduto da Gaetano Dagostino, dopo 4 anni di lavoro al servizio della Madonna di Corsignano, due dei quali vissuti nelle difficoltà dettate dalla pandemia, si é congedato ieri sera dinanzi al pubblico giovinazzese presente nella sala Marano dell’IVE.
Lo ha fatto nel migliore dei modi, rievocando alla presenza del Vescovo, Mons. Domenico Cornacchia, del Sindaco Depalma, del presidente Arbore e dell’assessore Piscitelli, i momenti più suggestivi e commoventi della festa patronale 2021. Il breve video montato dal nostro Angelo Lasorsa, é stato un concentrato di emozioni: dall’annuncio, ad opera di Dagostino, che la sacra Edicola sarebbe stata traslata in piazza fino al Solenne pontificale, passando per l’uscita dalla Cattedrale con l’insolito tragitto fino in piazza e la conclusione rappresentata dai commenti scritti sulla pagina FB del Comitato a fine festa.

Matadores della serata, per l’ultima volta, gli addetti alla comunicazione del Comitato feste, Giangaetano Tortora e Florinda Bavaro che hanno mirabilmente presentato la serata “Vieni, o Madre, in mezzo a noi”, conducendo anche interviste e raccontando aneddoti legati alla festa.

Per Gaetano Dagostino é stata, quella da Presidente di questa squadra di lavoro, un’esperienza tra le più importanti della sua vita in quanto può contare sul supporto di ciascun membro divenuto, nel corso dei 4 anni, parte di una grande famiglia.
“Ogni passo che ho fatto da presidente – ha poi chiosato- me li ha dettati la Madonna”.
Per le future feste patronali si augura la celebrazione del pontificale in piazza Vittorio Emanuele II e poi a seguire la consueta processione.

Parole di plauso sono venute anche dal Vescovo Cornacchia che ha ribadito quanto ha vissuto la sera della festa “resto estasiato come un bimbo nel riscontrare in voi una fede autentica” e nell’aver visto la nostra piazza trasformarsi in una “cattedrale a cielo aperto”.

Al Sindaco Depalma rimarrà impressa l’immagine di don Andrea, solo, con l’edicola della Madonna in mano che invocava la protezione della Vergine nel 2020. Ha poi sottolineato come la sua amministrazione sia stata la prima ad elevare il contributo economico elargito al Comitato per la festa. Ed il pontificale in piazza ha rappresentato un orgoglio, come primo cittadino.

Questo Comitato Feste ha voluto lasciare un segno tangibile a tutti coloro che, nel corso dei 4 anni, si sono spesi a vario titolo per la causa “Festa Patronale”. Così, il Presidente Dagostino ha pensato di consegnare delle targhe.
Sono stati omaggiati il Vescovo, il Sindaco Depalma, il Presidente Arbore, l’assessore alla cultura Cristina Piscitelli, il coro cittadino rappresentato da Giuseppe Piccininni, Giusy Pisani per la conduzione della diretta del Pontificale su Teledehon, Gino Iride in qualità di vicepresidente nonché di membro “trasversale” di vari comitati.

Riconoscimenti sono stati dati ad Angelo Lasorsa per il video della serata e a tutti i membri del Comitato stesso e quindi al segretario Michele Bavaro, a Nicola Gagliardi, a Franco Bavaro, a Maria Laura Devenuto, a Teresa Maldarella, ad Anna Fiorentino, a Nicola Martinucci dell’ANMI Giovinazzo, a Saverio Marzella, a Michele Mezzina, a Paolo e Gianfranco Mastrototaro per il papà Nicola della MGE, a Giangaetano Tortora e Florinda Bavaro in qualità di addetti alla comunicazione, a Lorenzo Cannato per le dirette fb e gli scatti fotografici concessi per la realizzazione del calendario 2022 (in fase di stampa), a Michele Dambrosio.

Promo