A Casamassima al via il Maxima Jazz fest: sette gli appuntamenti in programma

Billie Holiday, Caetano Veloso, Sarah Vaughan, Michel Petrucciani. Sarà dedicato ai più grandi artisti jazz italiani e internazionali la prima edizione del Maxima Jazz Fest, un evento in Puglia che ha tutte le carte in regola per far viaggiare gli ascoltatori e gli appassionati attraverso le diverse culture musicali dei popoli e delle nazioni. A partire dal 21 dicembre i suoni jazz provenienti da tutto il mondo si incontreranno a Casamassima, nella prestigiosa sede della Fondazione “Mons. Sante Montanaro” all’interno di Palazzo Monacelle, per dar vita a un festival musicale di spessore che ci accompagnerà fino al prossimo aprile.

L’evento, organizzato dalla Fondazione Mons. Sante Montanaro con la collaborazione di ViviCasamassima, MusicaInGioco e Amadues ha come finalità sociale e culturale quella di sensibilizzare le coscienze nei confronti di un patrimonio artistico troppo spesso emarginato non solo dalla classe politica ma anche dai cittadini, e che è posto in una condizione di torpore permanente. Il Maxima Jazz Fest sarà caratterizzato, dal punto di vista culturale, da una proposta suggestiva che legherà il territorio alla musica, coinvolgendo artisti locali, siti monumentali e aree di pregio paesaggistico.

Si partirà martedì 21 dicembre con l’evento “Lady sings the blues. Scent of Billie Holiday”, un concerto che farà rivivere la vita dell’Angelo di Harlem non solo attraverso le sue melodie immortali ma anche attraverso le immagini, le foto e le letture tratte dalla sua autobiografia. La voce appassionata di Chiara Liuzzi, performer e ricercatrice con un’attività concertistica nei festival europei più prestigiosi, e l’accompagnamento agli 88 tasti di Andrea Gargiulo, napoletano ma barese di adozione, inebrieranno e renderanno magica l’atmosfera.

Il 28 gennaio sarà la volta di “Pinturas duo”, un duo di musicisti con una insaziabile voglia di conoscere e giocare con i suoni. Roberto Ottaviano al sax e Nando Di Modugno alla chitarra renderanno omaggio a diversi artisti, da Ravel a Veloso, da Towner a Shankar, che rappresentano ancora oggi, e nonostante tutto, l’idea di un messaggio nella bottiglia.

Si continua il18 febbraio con “Jazz around the World”. Insieme alla voce di Cristina Lacirignola, la tromba di Mino Lacirignola e il pianoforte di Andrea Gargiulo ci imbatteremo in un repertorio che esplora il multiforme mondo del jazz dall’Europa all’America Latina, dalla Russia al Sud Africa.

Sarah Vaughan sarà la protagonista dell’appuntamento in programma il 25 marzo che vede alla voce Lisa Manosperti e al pianoforte ancora Andrea Gargiulo. Sarah è stata probabilmente uno dei fenomeni vocali più rappresentativi della storia del jazz cantato e con “Cantando Sarah” si vorrà rendere omaggio alla sua funambolica voce.

L’ultimo appuntamento, “Jazz No Limits. Michel Petrucciani”, sarà in programma il 14 aprile. Michel Petrucciani, leggenda del jazz, è stato un pianista jazz francese virtuoso e dal tocco irrepetibile, che ha trasformato il destino ingrato che lo ha fatto nascere con una malattia genetica invalidante in un’occasione di dedizione appassionata e totalizzante al pianoforte come mezzo di espressione totale di sé. A rendergli omaggio ci penseranno la voce della vocal trainer Giusi Martino e le dita del pianista e arrangiatore Andrea Gargiulo.

Per tutte le informazioni e per prenotare l’ingresso agli eventi è online il sito ufficiale dell’iniziativa all’indirizzo http://www.maximajazzfest.it o la pagina Facebook Maxima Jazz Fest.

Promo