Arresto ex gip: rito abbreviato per tutti, ex penalista ‘patteggio’

 Hanno chiesto di essere processati con il rito abbreviato tutti i nove imputati, tra i quali l’ex gip di Bari Giuseppe De Benedictis, nel procedimento in corso a Lecce su presunte corruzioni in atti giudiziari relative a tangenti in cambio di scarcerazioni. L’ex penalista barese Giancarlo Chiariello, tuttavia, ha chiesto l’abbreviato in subordine rispetto alla proposta principale di patteggiamento alla pena di 4 anni e 6 mesi. Nell’udienza preliminare si sono costituiti parti civili la Presidenza dei Consiglio dei Ministri, i Ministeri della Difesa e della Giustizia e il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Bari.

Si tornera’ in aula il 1 febbraio per la requisitoria. Oltre De Benedictis e Chiariello, entrambi tuttora agli arresti domiciliari, sono imputati il figlio di quest’ultimo, Alberto, e l’avvocato Marianna Casadibari dello studio Chiariello, Danilo Pietro della Malva, Roberto Dello Russo, Pio Michele Gianquitto e Antonio Ippedico, che avrebbero usufruito delle scarcerazioni frutto degli accordi corruttivi. Imputato anche un appuntato dei carabinieri in servizio nella sezione di Pg della Procura di Bari, Nicola Vito Soriano, che risponde di corruzione e di rivelazione del segreto d’ufficio.

Promo