Cure palliative, il modello di assistenza della ASL Bari per i pazienti oncologici e complessi

La ASL di Bari ha ridefinito l’organizzazione della Unità operativa Cure Palliative e Hospice, con sede a Monopoli, promuovendo un modello di assistenza per le persone affette da patologie oncologiche e complesse, che sfrutta la tecnologia per potenziare i trattamenti domiciliari a cura di equipe multidisciplinari, con l’obiettivo di garantire diritto alla salute e rispetto della dignità della persona.

I dettagli del modello organizzativo sono stati forniti oggi nel corso di una conferenza stampa a Monopoli all’interno della Biblioteca “P. Rendella” con il presidente della Regione Puglia e Assessore alla Sanità, Michele Emiliano, in collegamento, il direttore del Dipartimento Salute Vito Montanaro, il direttore generale della ASL di Bari, Antonio Sanguedolce, il responsabile delle Cure Palliative ASL Bari, Felice Spaccavento e il sindaco di Monopoli Angelo Annese.

“Si tratta di un passaggio rivoluzionario – ha detto il presidente Emiliano – ci auguriamo che questo modello consolidato a Monopoli possa estendersi a tutte le altre Asl pugliesi in modo tale da dare alla alta complessità quella particolare assistenza che è necessaria.

Voglio ribadire l’impegno della regione perché l’ospedale sia l’estrema ratio, l’assistenza domiciliare è la chiave del futuro della sanità pugliese, serve quella capacità sempre più specializzata e organizzata da parte della ASL con un progresso professionale e tecnologico che possa andare incontro alle esigenze dei pazienti. Vi incoraggio a proseguire la strada intrapresa”.

Promo