Petruzzelli: il no di Città Metropolitana di Bari a partecipare alla mediazione con la famiglia

La Città Metropolitana di Bari non prenderà parte alla mediazione proposta su istanza della famiglia Messeni Nemagna proprietaria del teatro “Petruzzelli” e prevista il prossimo 20 gennaio nel capoluogo pugliese.

La Città Metropolitana di Bari “nei giudizi decisi con le sentenze in parole, ha espresso il proprio parere circa l’opportunità per l’Ente di aderire alla procedura di mediazione, sulla base di plurime motivazioni giuridiche”. 

La mediazione era stata proposta al fine di “addivenire ad ‘auspicabili accordi’ sulle questioni controverse, anche rinvenienti dalle decisioni della Corte d’Appello, ancora ricorribili in Cassazione”. 

Infatti, recentemente sono state emesse dalla Corte d’Appello di Bari“due sentenze a definizione del contenzioso insorto fra gli istanti della procedura, il Ministero dei Beni Culturali, la Fondazione Lirico Sinfonica Teatro Petruzzelli e Teatro di Bari, la presidenza del Consiglio dei Ministri e il Commissario delegato per gli interventi concernenti il Teatro Petruzzelli, nonché il Comune di Bari, la Regione Puglia e la Città Metropolitana di Bari”.

Promo