Mafia: al quartiere Loseto a Bari giardino intitolato a 39enne ucciso per scambio persona

Un giardino per non dimenticare Giuseppe Mizzi, vittima innocente di mafia, uccisa il 16 marzo 2011 a Bari. Era marito e padre e venne ucciso a 39 anni, davanti alla sua abitazione per uno scambio di persona.La cerimonia di intitolazione si è svolta questa mattina a Bari, in via monsignor Jolando Nuzzi, a Loseto. “Giuseppe non è morto. Oggi l’abbiamo reso ancora una volta vivo. Noi tutti dobbiamo essere più vivi, più attenti, più responsabili. La nostra memoria deve essere sempre viva, tradursi, tutti i giorni e non qualche volta, in una memoria di responsabilità e impegno”, ha detto il presidente di Libera nazionale don Luigi Ciotti. “La memoria ha bisogno di cura e di manutenzione ma vorrei che non dimenticaste che qui, grazie al lavoro degli organi investigativi, della magistratura e di un bravo avvocato, si è conosciuta la verità”.

Promo