Ospedale Noci: al via la gara per l’affidamento dei lavori.

Per i lavori di riqualificazione dell’ala ovest del Presidio Territoriale Assistenziale di Noci e la realizzazione del Centro Polifunzionale Territoriale

Come preannunciato lo scorso 19 novembre, con determinazione dell’ Azienda Sanitaria Locale Bari pubblicata il 9 dicembre scorso, è stata approvata la progettazione esecutiva per i lavori di riqualificazione dell’ala ovest del Presidio Territoriale Assistenziale di Noci e la realizzazione del Centro Polifunzionale Territoriale con conseguente avvio delle procedure di gara per l’affidamento dei lavori.

Si tratta del risultato di oltre due anni di lavoro, reso ancor più complesso dalla pandemia. Rinnovo, per questo obiettivo che significa dare attuazione a quanto previsto dalla programmazione regionale per nostro presidio territoriale.  Ora non ci resta che fare in modo che i lavori, appena espletata la gara per loro affidamento, abbiano inizio e si concludano celermente.  Importante sottolineare l’impegno di quanti hanno lavorato e dato attenzione durante l’iter. Torno a ringraziare per la disponibilità il DG della ASL Bari dott. Sanguedolce, il Direttore del Distretto Dott. Gigantelli e il Responsabile dell’area tecnica Ing. Sansolini; il dott. Domenico De Santis, vice Capo Gabinetto del Presidente della Regione Puglia, per il raccordo istituzionale. Un ringraziamento per l’attività e l’attenzione sempre rinnovate verso le questioni importanti che riguardano il nostro territorio rivolgo all’on. Ubaldo Pagano.

Quando le istituzioni, ad ogni livello, dimostrano capacità di dialogo e relazione nonché fattivo interesse a fornire risposte concrete alle esigenze del territorio, gli esiti non possono che essere positivi. Noci avrà così nuovi ambulatori vaccinali e un centro polifunzionale per accogliere i medici di Medicina generale e un rafforzamento dei servizi del PTA di Noci, che serve i comuni di Noci, Alberobello, Castellana Grotte, Locorotondo e Putignano, rivolgendosi ad un bacino di utenza che supera i 90mila residenti.

Franco Marella

Promo