Visita istituzionale alla Casa di Cura Monte Imperatore con il Vescovo Mons. Favale

Finalmente le prime apparizioni in pubblico di autorità civile e religiose post pandemia.

L’ 11 dicembre scorso , il sindaco di Noci, dott. Domenico Nisi, è stato inviato dal Vescovo della Diocesi di Conversano-Monopoli Mons. Giuseppe Favale, presso la Casa di Cura Monte Imperatore Korian uno dei presidi sanitari territoriale di eccellenza per i consueti auguri natalizi.

Il Vescovo Mons. Favale ha speso parole di compiacimento per l’attività svolta dalla casa di cura ed ha ricordato, con commozione, Don Pasquale Tinelli, che ha perso la vita circa un anno fa a causa del Covid, lasciando in eredità questa struttura che ha fondato e tanto bene ha fatto ai pazienti, che vi ricevono amorevoli cure, e alla crescita economica del territorio, in quanto centro riabilitativo di eccellenza.

«Facendo mie le parole del Vescovo, ha detto il sindaco Nisi, e nel rinnovare gli auguri a tutti i degenti e agli operatori sanitari, torno a ringraziarli per il lavoro che, con amore ed efficienza, svolgono ogni giorno, come del resto si evince dagli innumerevoli riconoscimenti ricevuti dalla struttura; l’ultimo dei quali ha visto l’assegnazione di 2 Bollini Rosa per il biennio 2022-2023 da parte della Fondazione Onda – Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, per l’impegno profuso appunto nell’erogazione di servizi dedicati alla prevenzione, diagnosi e cura delle principali patologie che riguardano l’universo femminile ma anche quelle che riguardano trasversalmente uomini e donne in ottica di genere».

Il Direttore Gestionale Giovanni Lacitignola ha esternato l’auspicio affinché la nascita di Gesù Bambino possa farci riassaporare il gusto delle cose essenziali.

 

Franco Marella

Promo