Un altro Natale di solidarietà per la Multiservizi: il dono più bello ai bambini di San Pio

Dopo un decisivo cambiamento di rotta verso una gestione più efficiente e più sostenibile, la Bari Multiservizi continua a dare prova di grande generosità in favore dei cittadini svantaggiati, realizzando lodevoli iniziative grazie alle proprie economie di bilancio.

Come a dicembre 2020, anche quest’anno l’azienda municipalizzata delle manutenzioni pubbliche, in occasione delle festività natalizie, ha destinato un importante quantitativo di generi alimentari alla “Casa delle bambine e dei bambini”. La donazione, che consiste in 1296 pacchi di spaghetti da mezzo chilo e 864 bottiglie di salsa di pomodoro, è stata consegnata sabato scorso presso la sede del centro per l’infanzia, al complesso residenziale Baridomani, affinché possa essere distribuita alle famiglie baresi in difficoltà con minori dai 3 mesi ai 5 anni.

Una seconda donazione, identica alla prima, è stata invece recapitata ieri alla parrocchia San Sabino – ormai un punto di riferimento nella rete solidale cittadina –, che provvederà a ripartire i viveri tra le persone indigenti assistite dalla Caritas parrocchiale.

A ricevere il più bel regalo di Natale, tuttavia, sono stati i bambini della scuola elementare “Iqbal Masih”, nel complicato quartiere San Pio. Onorando una promessa fatta dal sindaco Antonio Decaro ai giovanissimi alunni, la Multiservizi ha riqualificato il campetto sportivo adiacente al plesso scolastico, che ormai da decenni risultava impraticabile in quanto completamente deteriorato.
Oggi, in una mattinata di festa, il primo cittadino ha simbolicamente inaugurato e riconsegnato il campo ai bambini, pieni di gratitudine e meravigliati dal risultato finale. All’evento hanno partecipato anche il presidente della Multiservizi, Francesco Biga, accompagnato da una delegazione di dipendenti, l’assessora alle Politiche giovanili, Paola Romano, il presidente del Municipio V, Vincenzo Brandi, e il presidente del Consiglio comunale, Michelangelo Cavone.

«È importante mantenere le promesse, soprattutto se si rappresentano le istituzioni e si prendono impegni con i bambini. – ha commentato il sindaco Decaro – Attraverso queste piccole azioni si costruiscono legami di fiducia e rispetto con quelli che saranno i cittadini del futuro. Lo scorso giugno, alla fine dell’anno scolastico, avevamo preso con questa scuola l’impegno di riqualificare un piccolo campo sportivo adiacente al plesso che versava in condizioni davvero malridotte. Molte volte questi interventi necessitano di procedure e tempi burocratici difficili da spiegare ai bambini. In quell’occasione, grazie alla collaborazione dei lavoratori e del presidente della Multiservizi, decidemmo che quel campo avrebbe rappresentato per tutti noi un obiettivo, così che quei bambini non dovessero più affrontare la fine di un anno scolastico senza poter disporre di un luogo all’aperto dove giocare in sicurezza. Oggi abbiamo consegnato l’opera finita e abbiamo imparato tutti il valore di una promessa mantenuta».

Il campetto polifunzionale, atto alla pratica di calcetto, minibasket e minivolley, è stato completamente rinnovato dalla Multiservizi nella pavimentazione e nella relativa segnatura, tracciando in un angolo anche il gioco della campana. L’azienda stessa ha provveduto a fornire le porte da calcetto, i canestri da minibasket e la rete da minivolley, come pure i palloni.
Per migliorare il contesto circostante, è stato inoltre effettuato il risanamento e la ritinteggiatura delle gradinate, la manutenzione straordinaria del verde e la realizzazione di un impianto di irrigazione per l’orto didattico della scuola.

«L’intervento è stato attuato interamente con fondi e maestranze dell’azienda. – spiega il direttore amministrativo della Multiservizi, Francesco Schiraldi – Qualche mese fa, quando il sindaco Decaro ci presentò le esigenze degli alunni e ci disse di voler realizzare il loro sogno, prendemmo a cuore la questione e decidemmo di occuparcene direttamente, evitando le lungaggini che un appalto avrebbe comportato. Avevamo le competenze e gli strumenti per eseguire tutte le lavorazioni, tranne la posa in opera della pavimentazione del campetto. Così abbiamo trovato una ditta specializzata disposta a formare i nostri operai e siamo riusciti a realizzare il tutto con le nostre forze. Se non fosse stato per le condizioni meteo avverse delle ultime settimane, avremmo terminato l’opera anche prima. Ci piace però l’idea di aver consegnato oggi il campetto, come nostro regalo di Natale ai bambini di San Pio».

Promo