Bari, il 2021 finisce bene: Antenucci e D’Errico di rigore. Potenza battuto 2-0

E adesso tutti in vacanza. Il Bari si congeda nel migliore dei
modi dal 2021, lo fa battendo il Potenza: gara un po’spigolosa nel primo tempo,
nella ripresa a fare la differenza sono il divario tecnico ma soprattutto le
ingenuità lucane che hanno portato ai rigori siglati da Antenucci e D’Errico.
Rimane invariato il distacco dal Monopoli secondo in classifica: +7.

FORMAZIONI

Novità per mister Mignani a centrocampo: c’è Scavone dal 1’ al
posto di Mallamo. In difesa Gigliotti prende come previsto il posto di
Terranova (squalificato) al centro della difesa, con Pucin e Ricci ai lati.
Invariato l’attacco, che conta sull’esperto tandem Antenucci-Paponi. Lucani col
3-5-2.

PRIMO TEMPO

Gara tosta sin dalle prime battute: i lucani, malgrado gli
ultimi giorni roventi, resistono all’assalto dei biancorossi, che tuttavia non
riescono a trovare soluzioni eccessivamente pericolose per far male a Greco,
portiere rossoblù. Venti minuti avari di occasioni, poi la musica cambia a
partire dal 24’: bel tiro di Botta, con la palla che di poco sorvola l’incrocio
dei pali. Poi è la volta di una punizione del Potenza senza eccessive pretese
(26’), poi al 37’ è Gigliotti che spreca una buona opportunità: punizione dalla
destra e palla vagante in area, il francese ex Foggia non ne approfitta.
Sussulto finale al 44’: D’Errico si porta a spasso tutta la difesa Potentina,
si fa largo in area e tenta il tiro angolato, ma la palla termina di poco a
lato. Manca un pizzico di precisione.

SECONDO TEMPO

Nella ripresa subito un cambio: fuori Paponi, dentro Cheddira. La
musica, lentamente, cambia. Perché al netto della successiva espulsione di
Scavone (fatale simulazione al 60’), gli episodi decisivi si materializzano su
rigore. Al 65’ costa caro il fallo di Piana in area su Cheddira. Dal dischetto
Antenucci non ci pensa due volte e spiazza Greco. Proprio il portiere, al 75’,
è l’autore del fallo in area ai danni di D’Errico, servito da Cheddira. Cambia
il rigorista, non l’esito finale: 2-0. C’è spazio in campo anche per Simeri che
al 92’ entra al posto di Antenucci. Poi è festa per tutti. Tanti i sostenitori
giunti da Potenza, ma alla fine la contestazione verso i propri beniamini è
arrivata. Bari invece fa festa.

BARI-POTENZA 2-0

Marcatori: 64’ rig. Antenucci (B), 75’ rig. D’Errico (B)

Bari (4-3-1-2): Frattali, Pucino, Celiento, Gigliotti, Ricci,
Scavone, Maita, D’Errico (88’ Belli), Botta (80’ Mallamo), Antenucci (91’
Simeri), Paponi (46’ Cheddira).

A disp.: Polverino, Plitko, Bianco, Citro, De Risio, Lollo, Di
Gennaro, Mazzotta. All. M. Mignani

Potenza (3-5-2): Greco, Coccia, Sandri, Romero, Gigli, Salvemini
(87’ Banegas), Piana, Zenuni, Maestrelli (69’ Volpe), Zagaria (78’ Vecchi),
Matino

A disp.: Petriccione, Orazzo, Bruzzo, Grande, Sessa. All. B.
Trocini

Arbitro: Carrione di Castellamare di Stabia

Guardalinee: Piedipalumbo e Carrelli

IV Uomo: Pascarella

Ammoniti: Scavone, Maita (B), Matino, Greco, Gigli, Sandri,
Romero (P)

Espulsi: Scavone (B) Al 60’

Note: 6488 spettatori paganti, 255 ospiti. Recuperi: 0’pt; 

Promo