con l’hasthag #essercisempre, la PdS di Bari dona 21 mila euro di alimenti ai bisognosi.

I poliziotti del IX Reparto Mobile di Bari, anche quest’anno, hanno deciso di acquistare beni di prima necessità da devolvere ai più bisognosi, privandosi dei buoni pasto personali per un corrispettivo di oltre 21 mila euro, donando così generi alimentari ad associazioni, parrocchie e comunità locali impegnate sul territorio barese e pugliese nel volontariato sociale ed umanitario.

I buoni donati dai poliziotti, pari a circa 4.000 pasti, di cui i poliziotti del IX Reparto Mobile di Bari si sono privati, sono stati convertiti in generi alimentari di prima necessità, pasta, farina, caffè, passate di pomodoro, latte e altri, grazie alla collaborazione dalla ditta “LADISA Ristorazione S.r.l.”, che cura la ristorazione della mensa del Centro Polifunzionale “Rosario BERARDI” della Polizia di Stato, nel capoluogo pugliese.

Da ieri mattina, presso il Centro Polifunzionale della Polizia di Stato di Bari, è iniziata la distribuzione della enorme quantità di derrate alimentari, a cura del servizio logistico dello stesso Reparto Mobile. I preziosi beni sono stati donati alle associazioni che hanno manifestato interesse all’iniziativa benefica in parola e che sono impegnate nel sociale, ovvero: IN CONTRA, associazione di volontariato per l’assistenza ai senza fissa dimora, con sede legale in Corso Mazzini 144 Bari, OPERA SALESIANA “SACRO CUORE”, con sede in piazza San Giovanni Bosco 24 a Cisternino (BR), CONGREGAZIONE SUORE DELLO SPIRITO SANTO, con sede operativa in via Celso Ulpiani 19, a Bari, COMUNITÀ’ EDUCATIVA 16 AGOSTO, con sede in via Martiri d’Otranto, 65 a Bari presso i Salesiani del Redentore, PARROCCHIA SAN NICOLA , con sede in Piazza Mariano Magrassi, 1 a Bari /Catino, PARROCCHIA S. MARIA DEL FONTE con sede piazza S. Maria del Fonte a Bari/Carbonara.

Un gesto di generosità dei poliziotti per essere più vicini ai cittadini, soprattutto ai più bisognosi, in questo momento di particolare difficoltà.

L’opera buona lascia il segno l’opera cattiva la cicatrice.

Franco Marella

Promo