Scuola. Zullo (FdI): scongiurare la scissione del XVII circolo didattico di Bari-Poggiofranco

Di seguito, una nota di Ignazio Zullo, capogruppo consiliare di Fratelli d’Italia alla Regione Puglia.

“Il XVII Circolo didattico di Bari-Poggiofranco dal 2019 è oggetto di attenzione da parte dell’esecutivo regionale, che con una delibera firmata il 31 dicembre di quell’anno aveva previsto lo scorporo – dal secondo anno dopo la pubblicazione – del plesso ‘Carrante’, nonostante il Circolo stesso non fosse oggetto di dimensionamento, e costituisse invece un riferimento significativo per le impostazioni didattiche certificate dai dati riscontrabili dalle prove Invalsi, al punto da essere considerato un’eccellenza tra le scuole elementari di Bari.

L’eventuale concretizzazione dello scorporo, avversato e contestato dal corpo docente e dai genitori, si ripercuoterebbe in maniera diretta non solo sulla formazione dei piccoli alunni, ma anche sull’organizzazione dei docenti e delle famiglie.

L’attuale assetto del Circolo, infatti, garantisce una distribuzione bilanciata delle iscrizioni degli alunni in uscita in tutte le scuole secondarie di primo grado che insistono sul territorio di riferimento; e i plessi ‘Carrante’ e ‘Tauro’ sono complementari tra loro nei servizi sempre più richiesti dall’utenza (come l’elevata domanda di tempo pieno, che è possibile soddisfare solo nel plesso ‘Carrante’).  

Raccogliendo le istanze, le preoccupazioni e le sollecitazioni che mi sono pervenute dai diretti interessati, invito l’assessore Sebastiano Leo e l’intero esecutivo di non dare seguito alla delibera del 2019 e considerare invece la possibile alternativa, formulata dalla giunta comunale di Bari il 24 settembre scorso, che prevede l’accorpamento orizzontale della scuola secondaria di primo grado ‘Tommaso Fiore’ (sottodimensionata) con l’analoga scuola ‘Michelangelo’: una soluzione dettata dal buon senso, che non smantellerebbe un’eccellenza del territorio”.

Promo